Abitazione privata (vedi casa)

La casa è il simbolo del centro dell’esistenza umana. Nel Buddismo, il corpo umano è lui stesso assimilato a una casa. Pertanto nella Comunicazione dell’Evidenza possiamo dire che tutto ciò che è collegato alla casa esprime il nostro “Profondo”, il luogo nel quale si dimora, il contesto all’interno del quale si svolge il proprio Cammino.
Poiché siamo “aspetti immateriali” che utilizzano “veicoli fisici” (il corpo umano) per fare esperienza di illusoria separazione dal Tutto che ci comprende, il luogo nel quale abitiamo/dimoriamo è il centro del nostro corpo.

Allagamento
L’acqua, nella Comunicazione dell’Evidenza, parla dell’Amore Assoluto/Incondizionato. L’elemento acqua, infatti, non soltanto prende la forma del suo contenitore, ma non offre alcuna resistenza alle leggi della materia che incontra: se c’è  una pendenza, scola; se c’è un incavo, si installa in perfetta adesione con la forma che la riceve. Accogliere e aderire esattamente alla realtà, tale e quale è, non appartiene forse all’Energia dell’Amore Incondizionato e senza restrizione? Il Principio di un allagamento in casa diventa allora chiaro: ama incondizionatamente nel tuo profondo (l’interno della casa).

Bagno
E’ l’ambiente dove si ripulisce il corpo (il veicolo che utilizziamo per procedere in questa dimensione) e si lasciano andare le scorie di ciò che lo ha nutrito. Perciò tutto ciò che accade a/in questo locale ci parla del ripulirci dall’energia densa/congesta e del lasciare andare.

Balcone/terrazza
Sono le parti della casa che si mostrano all’esterno. Perciò tutto ciò accade a/in balconi e terrazze parla di ciò che mostriamo di noi stessi all’esterno.

Caldaia/scaldabagno: guasto
La caldaia è ciò che riscalda la casa (caldaia) e l’acqua (caldaia e scaldabagno). Tutto ciò che accade a queste apparecchiature rappresenta un invito a portare calore e passione nel tuo profondo (caldaia), a scaldare il tuo Amore (scaldabagno e caldaia, nella funzione di scaldare l’acqua)

Chiavi: smarrimento
Non posso più rientrare a casa mia. Perciò la Vita mi comunica di prendere Coscienza e consapevolezza del fatto che non posso continuare a vivere il Mio Essere, per realizzarmi, cercando le soluzioni al mio esterno.

Condizionatori d’aria: guasto
Il condizionatore d’aria è l’apparecchiatura che introduce aria fresca/nuova aria. Pertanto tutto ciò che accade ai condizionatori parla della necessità/esigenza di portare aria fresca/nuova aria.

Cucina
E’ l’ambiente nel quale si prepara il nutrimento. Perciò tutto ciò che accade in/alla cucina parla delle azioni da compiere o smettere di compiere per produrre il nutrimento sottile.

Finestre
Sono i manufatti che si aprono all’esterno della casa. Pertanto tutto ciò che accade alle finestre parla della modalità con la quale comunichiamo all’esterno.

Furto
riconoscere e andare a cercare i propri valori nel più intimo di sé stessi (dentro la casa), là dove sono sepolti, per metterli in luce, farli circolare. Altrimenti qualcuno (il ladro) lo farà dall’esterno. Perciò se ti succede questo, chiediti quale ricchezza personale non metti in Vita in questa fase del tuo Cammino. Riassumendo, farsi rubare qualcosa indica che non si è preso Coscienza del proprio valore profondo e/o che non si sa far circolare i propri valori.

Garage
E’ l’ambiente nel quale è riposta/riposa la nostra autonomia (automobile). Perciò tutto ciò che accade in/al garage ci parla della necessità di smuovere la nostra autonomia da dove staziona, riposa.

Incendio
Il fuoco è l’elemento che trasforma tutto ciò che tocca: anche la pietra nel cuore dei vulcani. Quando il fuoco tocca qualche cosa, lo trasforma senza limitazioni e riserve. La comunicazione relativa a un incendio diventa allora chiara: trasforma tutto senza limitazioni e riserve.

Porte
Sono i manufatti che, aprendosi e chiudendosi, consentono o precludono il passaggio da un ambiente all’altro della casa. Perciò tutto ciò che accade alle porte parla della necessità di aprirsi (o di smettere di chiudersi) al significato che è legato alla funzione dell’ambiente nel quale si può accedere o dal quale si può uscire. Ad es.: se sbatto contro la porta del bagno, la comunicazione analogica è … smetti di confliggere/chiuderti alla possibilità di lasciare andare.

Punti luce artificiali (lampadari/lampade, ecc.) 
Sono le apparecchiature che portano la luce all’interno della casa. Perciò tutto ciò che accade ai punti luce artificiali parla della necessità di compiere azioni concrete per portare Luce al nostro interno.

Punti luce naturali 
Sono gli spazi attraverso i quali la luce solare/naturale penetra all’interno della casa. Perciò tutto ciò che accade ai punti luce naturali parla della necessità di accogliere incondizionatamente la Luce del Tutto.

Ripostiglio 
E’ il luogo dove si conservano le cose. E ciò che si conserva non appartiene al “qui e ora” ma all’esperienza che abbiamo vissuto. Perciò tutto ciò che accade a/in questo locale parla di ciò che fa parte della nostra esperienza di vita: ciò che sappiamo e crediamo.

Salotto/soggiorno 
E’ il centro della casa. Perciò tutto ciò che accade al/nel soggiorno parla del Centro del tuo Centro.

Stanza da letto 
E’ l’ambiente della casa all’interno del quale riposi. Perciò tutto ciò che accade alla/nella stanza da letto rappresenta l’invito ad andare oltre tutto ciò sul quale ti adagi.

Televisore 
E’ lo strumento che porta all’interno della nostra casa una realtà virtuale, costruita, letta e filtrata attraverso mappe del mondo che non sono tue. Pertanto tutto ciò che accade al televisore parla della tua predisposizione ad accogliere rappresentazioni che, in quanto tali, non appartengono alla tua Verità.

Vetri 
Come nell’automobile, i vetri rappresentano l’impercettibile/il trasparente/i filtri invisibili attraverso i quali osserviamo la realtà, ovvero … le nostre credenze/convinzioni. Qualunque cosa accada ai vetri rappresenta l’invito ad osservare/leggere la realtà attraverso un diverso sistema di credenze/convinzioni.

Aborto

spontaneo: l’interruzione non volontaria (e perciò dettata da convinzioni, schemi, abitudini, ecc. dei quali non ho consapevolezza) del Potere di Generare, di Creare.

provocato (IVG): l’interruzione volontaria (per scelta) del Potere di Generare, di Creare.

Amante

l’atteggiamento alla Vita che non è mio, che prendo dal mio esterno

Amica

in ciò che è all’interno della zona di comfort, ciò che percepisco conosciuto, sicuro nell’Assoluto

Amico

in ciò che è all’interno della zona di comfort, ciò che percepisco conosciuto, sicuro nel concreto

Amore

L’Amore” è la forza della Vita, è la Vita stessa.
Tu sei Amore.
Ciò che svia è il concetto di “amore terreno”, confuso spesso con passione, o affetto, o compiacimento.

L’Amore con la “A” maiuscola non è condizionato a qualcuno, ma è gioia del donare, gioia dell’accoglienza, attenzione.

Per “Amare” non è necessario “essere legati”.
L’Amore non è possesso e non ha lacci o vincoli.
L’Amore di coppia vero non è accompagnato dall’idea del legame, ma è la gioia del sentirsi a Casa, del sentirsi completi in ciò che l’altro rispecchia per te. Non puoi dunque provare legame, ma Gioia nel rispecchiarti in lui/lei.

Animali

Nella Comunicazione dell’Evidenza, gli animali ci parlano della modalità nella quale utilizziamo il mentale (pensiero) nella fase del Cammino di Espansione che stiamo percorrendo quando li incontriamo.

Per comprendere il messaggio di cui sono portatori, occorre soffermarsi sulle caratteristiche comportamentali dell’animale incontrato. Vediamone alcuni.

Ape
Comportamento tipico = laboriosità, volare di fiore in fiore, forte ronzio, puntura velenosa.
Ciò che l’ape mostra è il mentale che lavora con forza e intensità, raccogliendo e mettendo insieme molti differenti aspetti (vola di fiore in fiore), procurando ferite velenose e producendo esiti (teorie) dolciastri, nutrienti e vischiosi.

Asino
Comportamento tipico = testardaggine, forza esercitata acriticamente, comunicazione univoca.
Ciò che l’asino ci mostra è il mentale radicato su ciò che sappiamo e crediamo ed esercitato con acriticità e pervicacia, attraverso una comunicazione a senso unico.

Blatta
Comportamento tipico = vivere in contesti sporchi, sordidi.
La blatta, come ogni aspetto della vita, ci fa da specchio, invitandoci a smettere di vivere in un mentale “sporco”, “sordido”. E il solo mentale che un umano può produrre con queste caratteristiche è quello che deriva dal giudizio. Quindi: blatta uguale giudizio.

Cane
Comportamento tipico= fedeltà.
Ciò che il cane mostra parla del nostro mentale fedele, quello che ci accompagna in ogni passo della nostra esperienza terrena, consentendoci di restare radicati alle leggi di questa dimensione e di gestire il nostro corpo in modo da rimanere in vita.

Cavallo
Comportamento tipico= velocità, potenza, libertà.
Ciò che il cavallo ci mostra è il mentale libero da condizionamenti di qualsiasi natura, capace di esprimere la Vera natura dell’Essere, con potenza e immediatezza.

Coniglio
Comportamento tipico= indecisione e paura.
Ciò che il coniglio ci mostra è il mentale che, imprigionato nel duale, tende ad esitare nell’affermare Se Stesso e i propri valori.

Gatto
Comportamento tipico= indipendenza, imprevedibilità.
Ciò che il gatto mostra parla del nostro mentale che si attiva indipendente, in maniera automatica, improvvisa e imprevedibile, solo successivamente alimentato dalla ragione.

Maiale
Comportamento tipico= onnivoro che sguazza nel fango.
Ciò che il maiale ci mostra è il mentale che anziché nutrirsi dei propri valori, tende a nutrirsi di tutto e a sguazzare nel fango (energia densa) che consegue da questa azione.

Mosca
Comportamento tipico= ronzare, persistere, volare in tondo, poggiarsi ovunque portando sporcizia.
Ciò che la mosca mostra parla di quella tipologia di manifestazione del mentale persistente, fastidioso, che gira a vuoto e si attacca ad ogni cosa, portando contributi di … energia densa (sporcizia).

Pappagallo
Comportamento tipico= ripetere acriticamente manifestazioni altrui.
Il senso della comunicazione che ci giunge attraverso un pappagallo è immediata: smetti di replicare acriticamente quanto, nel mentale, ti proviene dall’esterno.

Pesce
Comportamento tipico= muoversi liberamente nell’acqua, assenza di comunicazione sonora (per le specie che almeno in apparenza non emettono suono).
Poiché nella comunicazione analogica l’acqua rappresenta l’Amore, ciò che il pesce mostra è l’esercizio libero e silenzioso del mentale nel flusso dell’Amore … senza condizioni (comunicazione). Come detto per gli uccelli, anche il pesce può essere portatore di una direzione “Verso” o “via da”.

Ragno
Comportamento tipico= tesse la ragnatela.
Ciò che il ragno mostra parla del mentale che produce congetture e tesse scenari di causa – effetto in autonomia e, quindi, arbitrariamente.

Topo
Comportamento tipico= rodere, nutrirsi di rifiuti, sordido.
Ciò che il topo mostra parla del mentale sordido, che ci rode e che si nutre di denso, di ciò che in realtà dovrebbe essere lasciato andare.

Uccello
Comportamento tipico= volare.
Ciò che l’uccello mostra è il mentale che spicca il volo.
In realtà la comunicazione che ci giunge attraverso l’uccello, come tutte le comunicazioni sottili, può avere una direzione “Verso” e “via da”. Quindi la morte di un uccello, ad esempio, ci invita a lasciare andare una modalità di pensiero che volando troppo in alto, ci allontana dalla dimensione umana e dal Cammino che abbiamo da compiere in questa dimensione.

Zanzara
Comportamento tipico= parassita, portatore di infezioni e malattie, pungente, si ciba di sangue umano che determina manifestazioni cutanee.
Ciò che la zanzara mostra è quel mentale che ronza al nostro interno in maniera persistente, ferisce (punge) e si attacca succhiando il nostro nutrimento (sottile) e producendo manifestazioni percepibili al nostro esterno.

Ansia

Ciò che tu chiami “ansia” è il richiamo all’ascolto interiore, il conflitto tra la “paura dell’ignoto” e la “paura di ascoltare ciò che è dentro di te”. Dunque è la tua resistenza al contatto con Chi Realmente Sei.
La pesantezza che senti sul petto è il tuo Cuore Energetico, il tuo Vero Sé, che ti richiama a questo ascolto, invitandoti a smettere di investire le tue energie per modificare ciò che tu percepisci come esterno a te. Quando senti crescere questa pesantezza, il tuo corpo mentale si mette in moto, cercando spiegazioni che, tuttavia, confluiscono inevitabilmente nelle paure. E una volta che si avviano le paure resti imprigionata nelle emozioni che ne derivano.
La prima cosa da fare, quindi, è ricordare Chi Sei, e con questo ricordare che l’ansia non esiste: è una percezione del richiamo interiore. Tutto ciò che è fuori di te non esiste, se non come proiezione.

Assembramento: divieto

L’Evidenza è data dal confondersi all’interno della massa degli “specchi umani”, azione che si muove in direzione opposta rispetto al principale invito del Coronavirus, che è “resta a casa”. Perciò il messaggio Assoluto di questo divieto è “smetti di confonderti (e farti confondere) nella moltitudine di specchi che accompagnano il tuo Cammino”.

Attività didattica: a distanza

Tutto ciò che è luogo di cultura ci parla, nell’Assoluto, della Conoscenza. Pertanto l’invito è quello di “prendere distanza da tutte le forme di conoscenza (quella terrena, con la “c” minuscola) illusoria per restare nel Centro del proprio Centro (a Casa) sede della Vera Conoscenza: quella Assoluta.
Non si tratta di una istigazione all’ignoranza, ma di una esortazione a porre “le prime cose (la crescita spirituale) al primo posto”.

Attività ludiche, ricreative, sportive, culturali, sociali, ecc.: sospensione

Qui la comunicazione è immediata: sposta la tua attenzione da tutti i “giocattoli” esterni che ti distolgono dal tuo scopo di incarnazione, e riporta la tua attenzione unicamente al Centro del tuo Centro (resta a Casa)

Automobile

è una parola composta da mobile = muoversi/avanzare/agire (nel proprio Cammino di Evoluzione ed Espansione) e da auto = in maniera autonoma. Ovvero: vivere la nostra Vera Natura senza i condizionamenti che conseguono dall’illusione della dimensione materiale/duale. Tutto ciò che accade alla nostra vettura ci parla della capacità di agire nella libera sperimentazione della Verità., smettendo di farci condizionare nel nostro Cammino di Espansione.

– Batteria scarica: la batteria è l’accumulatore di energia che alimenta il veicolo. Perciò l’invito è quello di fermarsi, di trovare momenti per ripristinare il flusso e per caricarsi di Energia Sottile.

– Cambio: permette di trovare il migliore rapporto tra la potenza della macchina, la velocità richiesta e la pendenza del terreno. Qualunque problema al cambio ci mostra che dobbiamo smettere di non Essere nel nostro rapporto (quello Vero, Autentico, Sottile, Profondo, Intangibile) con la Vita.

– Carrozzeria: la nostra apparenza, le nostre protezioni, ciò che mostriamo nell’esercizio della nostra autonomia. Tutto ciò che accade alla carrozzeria ci rivela che dobbiamo smettere di mostrare un’immagine non autentica di Chi Autenticamente Siamo.

– Cofano:

posteriore – è il luogo dove si ripone il bagaglio, ovvero ciò che è acquisito e, quindi, proveniente dal passato. Tutto ciò che accade al bagagliaio reca un invito, nell’esercizio della propria autonomia, rispetto a ciò che proviene dal passato e rispetto al quale avremmo da lasciare andare e andare oltre.

anteriore – consente l’accesso a ciò che muove la propria autonomia.

– Fanalini posteriori: indicano la parte posteriore della vettura, ciò che è dietro il conducente, perciò il passato. Un difetto o una rottura nei fanalini posteriori è il segno che, alla guida della nostra autonomia, è opportuno smettere di mostrare/manifestare aspetti passati rispetto ai quali siamo andati oltre, che non ci appartengono più.

– Fari: illuminano la strada (il Cammino) e permettono di essere visti. Consentono di orientarci e di posizionarci. Un difetto nei fari è il segno che, alla guida della nostra autonomia, è opportuno smettere di volere orientarci (avere un’intenzione) in una direzione particolare.

– Foratura di una gomma: accade perché qualcosa di esterno perfora la ruota causando la perdita d’aria (l’Intangibile, il Sottile, il Divino). Mentre sei nella tua autonomia, smetti di lasciarti trafiggere/ferire da ciò che è esterno alla tua Vera Natura, determinando soste “imposte” al tuo Cammino.

NB: in un destrimane ciò che accade alla gomma anteriore sinistra si riferisce al 1° numero della Chiave di Nascita, l’Orientamento: la posteriore sinistra si riferisce al 2° numero della Chiave, l’Azione giusta; l’anteriore destra di riferisce al 3° numero della Chiave, Ciò che da pace; la posteriore destra si riferisce al 4° numero della Chiave, Ciò che dobbiamo a noi stessi.

– Furto dell’auto: smetti di farti sottrarre l’autonomia

– Guasto ai tergicristalli: smetti di non ripulire i tuoi filtri (vetri) dai condizionamenti esterni (sporco che proviene dall’esterno)

– Incidenti:

uscita di strada – Abitualmente determinata dalla perdita di controllo del veicolo, ci mostra che dobbiamo smettere di voler imprimere un controllo alla nostra autonomia, perché per essere pienamente vivo, devo smettere di volere dare un senso alla mia Vita, uscendo dalle mie abitudini, del noto, del mio modo di funzionamento abituale.

frontale – Nell’esercizio della tua autonomia, smetti di entrare in collisione con l’esercizio dell’autonomia altrui (o meglio, con l’illusione dell’esercizio dell’autonomia altrui).

tamponamento – Nell’esercizio della tua autonomia, smetti di essere colpito/travolto dall’autonomia altrui (o meglio, con l’illusione dell’esercizio dell’autonomia altrui) che si è manifestata in passato. Oppure, se sei tu a causarlo, smetti di colpire/travolgere l’autonomia altrui per aspetti che attengono al passato.

collisione laterale – Nell’esercizio della tua autonomia, smetti di entrare in collisione con l’esercizio dell’autonomia altrui (o meglio, con l’illusione dell’esercizio dell’autonomia altrui) che determina conseguenze rispetto al tuo Orientamento(lato sinistro anteriore), Azione giusta (lato sinistro posteriore), Ciò che da pace (lato destro anteriore), Ciò che devi a te stesso (lato destro posteriore).

– Indicatori di direzione: tutto ciò che accade agli indicatori di direzione ci segnala l’opportunità di smettere di darci indicazioni (razionalmente precostituite) rispetto alla direzione da intraprendere.

– Motore: il propulsore, ciò che fornisce l’energia propulsiva alla nostra autonomia. Un problema di motore ci rivela che dobbiamo smettere di mettere energia per Evolvere.

– Parafango: mentre sei alla guida della tua autonomia, smetti di proteggerti/di avere paura di ciò che reputi essere “fango/schizzi” (paura del giudizio).

– Paraurti: mentre sei alla guida della tua autonomia, smetti di proteggerti dalla Vita.

– Perdita o furto della targa: la targa individua il possessore del veicolo. Il messaggio è nell’esercizio della tua autonomia, smetti di smarrire/farti sottrarre la tua identità.

– Rottura dei freni: smetti di frenare l’esercizio della tua autonomia.

– Sanzioni:

divieto di sosta – Il denaro è ciò che consente di riconoscere valore. Quando si paga qualche cosa, si da valore a ciò che si paga. In questo caso la comunicazione per noi è smetti di non dare valore alle tue soste; nella Vita dai importanza alle tue fermate.

eccesso di velocità – Lo abbiamo appena visto, « pagare » significa « dare valore a una cosa ». Smetti di non dare valore al tuo sentire profondo, al tuo intuito (conoscenza rapida delle cose) che non è nelle norme (limite di velocità), poiché è unico, che ti consente una velocità superiore nello svolgimento del tuo cammino.

– Specchietti retrovisori: mostrano ciò che avviene nella parte posteriore dell’autovettura. Tutto ciò che attiene agli specchietti ci comunica l’opportunità di smettere di guardare la Vita, il Cammino in retrospettiva, ovvero facendo riferimento al nostro passato.

– Sportelli/Portiere: gli sportelli sono la parte del veicolo che consente di accedere all’autonomia. Perciò tutto ciò che accade agli sportelli parla di questo.

NB: in un destrimane la portiera anteriore sinistra si riferisce al 1° numero della Chiave di Nascita, l’Orientamento; la posteriore sinistra si riferisce al 2° numero della Chiave, l’Azione giusta; l’anteriore destra di riferisce al 3° numero della Chiave, Ciò che da pace; la posteriore destra si riferisce al 4° numero della Chiave, Ciò che dobbiamo a noi stessi.

– Vetri: rappresentano l’impercettibile/il trasparente/i filtri attraverso il quale osserviamo la realtà, ovvero … le nostre credenze/convinzioni. Qualunque cosa accada ai vetri rappresenta il seguente invito: mentre sei nell’esercizio della tua autonomia, smetti di osservare/leggere la realtà attraverso il tuo sistema di credenze/convinzioni.

Bisnonno

paterno: i bisnonni mostrano le memorie genealogiche. Perciò: le memorie genealogiche nel maschile (logico, amtematico, razionale, ecc.) rispetto a Progetto, Orientamento, legittimazione

materno: i bisnonni mostrano le memorie genealogiche. Perciò: le memorie genealogiche nel maschile (logico, matematico, razionale, ecc.) rispetto al concreto, al tangibile.

Bisnonna

paterna: i bisnonni mostrano le memorie genealogiche. Perciò: le memorie genealogiche nel femminile (creatività, estro, non pianificazione, ecc.) rispetto a Progetto, Orientamento, legittimazione

materna: i bisnonni mostrano le memorie genealogiche. Perciò: le memorie genealogiche nel femminile (creatività, estro, non painificazione, ecc.) rispetto al concreto, al tangibile di questa dimensione.

Blatte e scarafaggi

La comparsa di animali nella nostra vita ci parla della modalità con la quale stiamo utilizzando il nostro mentale (pensiero) in maniera prevalente in quella fase del nostro Cammino.

Per capire il senso della comunicazione perciò bisogna riferirsi a ciò che la persona associa all’animale che compare. E poichè scarafaggi e blatte trovano come habitat ideale il sottosuolo e i sistemi fognari e arrivano nelle abitazioni attraverso le tubazioni e gli scarichi, di solito ciò che gli umani associano a questi animali è repulsione e schifo, quindi un giudizio fortemente negativo.

E il messaggio che la Vita dona di solito è proprio questo: smetti di essere invasa da giudizi “negativi”.

Cane

Amico fedele l’uomo, perciò mentale/pensiero che accompagna il tuo Cammino

Casa

La casa è il simbolo del centro dell’esistenza umana. Nel Buddismo, il corpo umano è lui stesso assimilato a una casa. Pertanto nella Comunicazione dell’Evidenza possiamo dire che tutto ciò che è collegato alla casa esprime il nostro “Profondo”, il luogo nel quale si dimora, il contesto all’interno del quale si svolge il proprio Cammino.
Poiché siamo “aspetti immateriali” che utilizzano “veicoli fisici” (il corpo umano) per fare esperienza di illusoria separazione dal Tutto che ci comprende, il luogo nel quale abitiamo/dimoriamo è il centro del nostro corpo.

Allagamento
L’acqua, nella Comunicazione dell’Evidenza, parla dell’Amore Assoluto/Incondizionato. L’elemento acqua, infatti, non soltanto prende la forma del suo contenitore, ma non offre alcuna resistenza alle leggi della materia che incontra: se c’è  una pendenza, scola; se c’è un incavo, si installa in perfetta adesione con la forma che la riceve. Accogliere e aderire esattamente alla realtà, tale e quale è, non appartiene forse all’Energia dell’Amore Incondizionato e senza restrizione? Il Principio di un allagamento in casa diventa allora chiaro: ama incondizionatamente nel tuo profondo (l’interno della casa).

Bagno
E’ l’ambiente dove si ripulisce il corpo (il veicolo che utilizziamo per procedere in questa dimensione) e si lasciano andare le scorie di ciò che lo ha nutrito. Perciò tutto ciò che accade a/in questo locale ci parla del ripulirci dall’energia densa/congesta e del lasciare andare.

Balcone/terrazza
Sono le parti della casa che si mostrano all’esterno. Perciò tutto ciò accade a/in balconi e terrazze parla di ciò che mostriamo di noi stessi all’esterno.

Caldaia/scaldabagno: guasto
La caldaia è ciò che riscalda la casa (caldaia) e l’acqua (caldaia e scaldabagno). Tutto ciò che accade a queste apparecchiature rappresenta un invito a portare calore e passione nel tuo profondo (caldaia), a scaldare il tuo Amore (scaldabagno e caldaia, nella funzione di scaldare l’acqua)

Chiavi: smarrimento
Non posso più rientrare a casa mia. Perciò la Vita mi comunica di prendere Coscienza e consapevolezza del fatto che non posso continuare a vivere il Mio Essere, per realizzarmi, cercando le soluzioni al mio esterno.

Condizionatori d’aria: guasto
Il condizionatore d’aria è l’apparecchiatura che introduce aria fresca/nuova aria. Pertanto tutto ciò che accade ai condizionatori parla della necessità/esigenza di portare aria fresca/nuova aria.

Cucina
E’ l’ambiente nel quale si prepara il nutrimento. Perciò tutto ciò che accade in/alla cucina parla delle azioni da compiere o smettere di compiere per produrre il nutrimento sottile.

Finestre
Sono i manufatti che si aprono all’esterno della casa. Pertanto tutto ciò che accade alle finestre parla della modalità con la quale comunichiamo all’esterno.

Furto
riconoscere e andare a cercare i propri valori nel più intimo di sé stessi (dentro la casa), là dove sono sepolti, per metterli in luce, farli circolare. Altrimenti qualcuno (il ladro) lo farà dall’esterno. Perciò se ti succede questo, chiediti quale ricchezza personale non metti in Vita in questa fase del tuo Cammino. Riassumendo, farsi rubare qualcosa indica che non si è preso Coscienza del proprio valore profondo e/o che non si sa far circolare i propri valori.

Garage
E’ l’ambiente nel quale è riposta/riposa la nostra autonomia (automobile). Perciò tutto ciò che accade in/al garage ci parla della necessità di smuovere la nostra autonomia da dove staziona, riposa.

Incendio
Il fuoco è l’elemento che trasforma tutto ciò che tocca: anche la pietra nel cuore dei vulcani. Quando il fuoco tocca qualche cosa, lo trasforma senza limitazioni e riserve. La comunicazione relativa a un incendio diventa allora chiara: trasforma tutto senza limitazioni e riserve.

Porte
Sono i manufatti che, aprendosi e chiudendosi, consentono o precludono il passaggio da un ambiente all’altro della casa. Perciò tutto ciò che accade alle porte parla della necessità di aprirsi (o di smettere di chiudersi) al significato che è legato alla funzione dell’ambiente nel quale si può accedere o dal quale si può uscire. Ad es.: se sbatto contro la porta del bagno, la comunicazione analogica è … smetti di confliggere/chiuderti alla possibilità di lasciare andare.

Punti luce artificiali (lampadari/lampade, ecc.) 
Sono le apparecchiature che portano la luce all’interno della casa. Perciò tutto ciò che accade ai punti luce artificiali parla della necessità di compiere azioni concrete per portare Luce al nostro interno.

Punti luce naturali 
Sono gli spazi attraverso i quali la luce solare/naturale penetra all’interno della casa. Perciò tutto ciò che accade ai punti luce naturali parla della necessità di accogliere incondizionatamente la Luce del Tutto.

Ripostiglio 
E’ il luogo dove si conservano le cose. E ciò che si conserva non appartiene al “qui e ora” ma all’esperienza che abbiamo vissuto. Perciò tutto ciò che accade a/in questo locale parla di ciò che fa parte della nostra esperienza di vita: ciò che sappiamo e crediamo.

Salotto/soggiorno 
E’ il centro della casa. Perciò tutto ciò che accade al/nel soggiorno parla del Centro del tuo Centro.

Stanza da letto 
E’ l’ambiente della casa all’interno del quale riposi. Perciò tutto ciò che accade alla/nella stanza da letto rappresenta l’invito ad andare oltre tutto ciò sul quale ti adagi.

Televisore 
E’ lo strumento che porta all’interno della nostra casa una realtà virtuale, costruita, letta e filtrata attraverso mappe del mondo che non sono tue. Pertanto tutto ciò che accade al televisore parla della tua predisposizione ad accogliere rappresentazioni che, in quanto tali, non appartengono alla tua Verità.

Vetri 
Come nell’automobile, i vetri rappresentano l’impercettibile/il trasparente/i filtri invisibili attraverso i quali osserviamo la realtà, ovvero … le nostre credenze/convinzioni. Qualunque cosa accada ai vetri rappresenta l’invito ad osservare/leggere la realtà attraverso un diverso sistema di credenze/convinzioni.

Ciclo mestruale, ritardo

Smetti di ritardare il processo che ti consente di generare.

Cibo

Il cibo è ciò che ti nutre. Ciò che ti nutre è tutto ciò che vivi nel tuo Cammino in questa vita terrena.

– divieto di consumo di cibi e bevande in luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio.

Nella comunicazione Assoluta ciò che ci nutre sono gli “accadimenti della Vita” accolti e vissuti per quello che sono: comunicazioni.
Pertanto l’invito che ci giunge attraverso questo precetto è “smetti di nutrirti all’esterno: nutriti al Centro del tuo Centro”. A domicilio, appunto.

Clandestino

abusivo, irregolare.

Compagno/a, fidanzato/a, marito/moglie, partner

l’atteggiamento verso la Vita

Compagna/o di scuola

Compagno di scuola: la scuola, in ogni ordine e grado, mostra la Conoscenza Assoluta. Pertanto il compagno mostra ciò che accompagna la Conoscenza Assoluto nelle azioni concrete (maschio)

Compagna di scuola: la scuola, in ognio ordine e grado, mostra la Conoscenza Assoluta. Pertanto il compagno mostra ciò che accompagna la Conoscenza Assoluta nell’Assoluto (femmina)

Cornacchia

La cornacchia è un uccello (quindi un mentale che vola) grosso, forte, scuro, gracchiante e petulante. Pertanto la comparsa di una cornacchia nel quotidiano o in un sogno può significare “pensiero forte, insistente e negativo (scuro) voli incontrollato”. Ovvero: “smetti di lasciare che forti e incontrollati pensieri negativi condizionino la tua Vera Natura”.

Corona
Chakra della Corona: parte più elevata del Sistema Uomo, che assolve la funzione di “strumento” di connessione al Sottile.
Coronarie, intasamento
Le coronarie sono i canali che permettono il fluire del nutrimento al cuore. Il cuore rappresenta il tuo Centro, ma anche la forza vitale. Dunque l’invito per te è “smetti di bloccare il passaggio del nutrimento alla tua forza vitale, al tuo ritmo di Vita”, Vita intesa come realizzazione di Chi Realmente Sei.
L’ostruzione è data dalla congestione di pensieri densi, materiali, che ti allontanano dal godere di ciò che ti nutre. E ciò che ti nutre è tutto ciò che vivi nel tuo Cammino in questa vita terrena.
Dunque lo spaventarti, o il preoccuparti, o il bloccare l’azione nel dubbio dell’errore, ti allontanano dalla Vita e dal suo godimento. Ogni volta che incontri questi pensieri, osservali e lasciali andare, esprimendo l’intenzione di liberare, con essi, le tue coronarie. E di riacquisire fluidità nel circolo nutrizionale del tuo Cammino.

 

Cugino/Cugina

Cugino figlio di fratello (zio) paterno: nell’Orientamento/ Progetto/legittimazione (padre), il frutto o prodotto del Potere di generare concreto (figlio) in ciò che sento amato, benvoluto e fraterno nel concreto (fratello)

Cugino figlio di sorella (zia) paterna: nell’Orientamento/ Progetto/legittimazione (padre), il frutto/prodotto del Potere di generare concreto (figlio) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel profondo, nel sottile, nell’intangibile, nell’Assoluto (sorella)

Cugina figlia di fratello (zio) paterno: nell’Orientamento/ Progetto/legittimazione (padre), il frutto/prodotto del Potere di generare Assoluto (figlia) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel concreto (fratello)

Cugina figlia di sorella (zia) paterna: nell’Orientamento/ Progetto/legittimazione (padre), il frutto/prodotto del Potere di generare Assoluto (figlia) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel profondo, nel sottile, nell’intangibile, nell’Assoluto (sorella).

Cugina figlia di fratello (zio) materno: nel concreto/tangibile di questa dimensione, il frutto/prodotto del Potere di generare Assoluto (figlia) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel concreto (fratello).

Cugino figlio di sorella (zia) materna: nel concreto/tangibile di questa dimensione, il frutto/prodotto del Potere di generare concreto (figlio) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel profondo, nel sottile, nell’intangibile, nell’Assoluto (sorella)

Cugina figlia di fratello (zio) materno: nel concreto/tangibile di questa dimensione, il frutto/prodotto del Potere di generare Assoluto (figlia) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel concreto (fratello).

Cugina figlia di sorella (zia) materna: nel concreto/tangibile di questa dimensione, il frutto/prodotto del Potere di generare Assoluto (figlia) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nell’Assoluto (sorella)

Cuore
Il cuore rappresenta il tuo Centro, ma anche la forza vitale.
Decesso di un parente

l’invito a cessare perentoriamente (morire) in ciò che il significato analogico del parente deceduto mostra

Denaro
Il denaro parla dei Valori Assoluti che hai scelto di portare in questa dimensione.
Dente giudizio superiore destro, emorragia

Mentre trasformi in nutrimento (denti) gli accadimenti della Vita, smetti di valutare le manifestazioni dell’Assoluto (arcata superiore) nel concreto (destro) attraverso il giudizio buono/non buono, giusto/sbagliato, ecc. (dente giudizio) disperdendo il nutrimento (sangue).

Depressione
La de – pressione è la mancanza di pressione, di energia, di entusiasmo. E’ l’invito per te a far fluire l’entusiasmo in tutto ciò che ti appare in questa dimensione.
Dialogo interno

Ciò che chiamate “dialogo interno” in Realtà è “elaborazione mentale”. Corpo mentale, emotivo e fisico sono i corpi densi nell’incarnazione terrena che consentono all’uomo di fare esperienza di chi non è e – allo stesso tempo – fare esperienza del ricordo di Chi E’, sperimentare l’incontro tra natura umana e Natura Divina al suo interno e, attraverso la scelta consapevole, far sì che questi tre corpi in accordo consentano all’uomo di vivere coerentemente con la propria Natura Divina. 

Ciò che vivete nel Cammino di Espansione della Coscienza è il passaggio del vostro corpo mentale “da separato a riunificato al vostro Sistema“. I programmi, le paure, le abitudini di pensiero che vi hanno condotto fin qui resistono a questo passaggio poiché credono di non conoscere altra via. Dunque all’impulso del richiamo che percepite al vostro interno “al centro del petto”, risponde l’elaborazione mentale della paura dando risposte in base alle risposte che è abituata a fornire nella dualità di buono /cattivo, bene/male, positivo e negativo. 

Dunque non spaventatevi e non combattete, ma accogliete il pensiero come parte di un tutto, esprimendo l’intenzione di riunificare quel pensiero al proprio opposto, poiché è nell’Unità, nell’incontro dei due che trovate pace.

Difficoltà
Ciò che tu chiami “difficoltà” sono indicazioni di percorso.
Perciò, non fermarti a etichettarle come difficoltà, ma cogline il messaggio, poiché nella difficoltà vi è la spiegazione.
Disagio
Il non sentirsi a proprio agio attiene al percepirsi separati e, dunque, non nel posto giusto. Ma nell’Unità che Tu Sei, che Tutto E’, non vi è “posto” e non vi è “giusto”.
La comunicazione che ti sta giungendo attraverso queste percezioni è l’invito a tornare al Tuo Centro, e sperimentare la grandezza e la Perfezione di Chi Sei, a prescindere da ciò che ti appare altro.
Distanziamento fisico

L’Evidenza è data dall’essere lontani dagli “specchi” (tutto ciò che appare altro rispetto a me) più importanti del nostro Cammino di Espansione: gli esseri umani. Perciò la comunicazione della Vita è “prendi distanza dai tuoi specchi”. Ovvero, smetti di ritenere che ciò che gli altri dicono e fanno sia reale: si tratta, come ogni cosa percepita dai sensi, di comunicazioni che la Vita dona per facilitare il Cammino. Perciò smetti di giudicare e di andare in reazione.

Distrazione, essere distratto/a
Mentre percorri il tuo Cammino di Espansione, distogli l’attenzione dal percorso, uscendo dalla Via.
Divieto di spostamento

– dalle ore 22,00 alle ore 5,00
Poiché gli archetipi numerici vanno dallo 0 al 9, quando nel nostro Cammino compaiono cifre con più numeri, occorre sommarli sino a produrre cifre di un solo numero.
Pertanto l’Evidenza in questa comunicazione è “smetti di impedirti di muoverti dal 4 (la materia) al 5 (la sperimentazione libera)”. E quindi, “smetti di costringerti a vivere secondo regole terrene, e agisci secondo principi e Verità Assoluti, privi di alcun genere di condizionamento”.

– tra territori
LEvidenza è data dall’azione di abbandonare il proprio territorio per recarsi in un’altro. Perciò la comunicazione è “smetti di abbandonare il tuo contesto di Espansione (quello interiore, Assoluto Reale) per muoverti in contesti che non ti appartengono (al tuo esterno, materiali, illusori).

Divorzio

l’invito a separarsi o ad allontanarsi definitivamente da un atetggiamento alla Vita che non ci appartiene

Dolore
Resistenza, afflizione, sofferenza che opponi alle comunicazioni della Vita
Fatica
Resisti al livello di consapevolezza raggiunto, che ti consentirebbe di effettuare il passo evolutivo successivo
Fidanzato/a, marito/moglie, partner, compagno/a

l’atteggiamento verso la Vita

Figlia

il Potere di Generare, di Creare nell’Assoluto. O meglio il Potere Assoluto di Generare, di Creare

Figlia adottiva

il Potere di Generare, di Creare nell’Assoluto. O meglio il Potere Assoluto di Generare, di Creare che implemento (adotto) da ciò che è esterno a me

Figlio

il Potere di Generare, di Creare nel concreto di questa dimensione

Figlio adottivo

il Potere di Generare, di Creare nel concreto di questa dimensione che implemento (adotto) da ciò che è esterno a me

Fratello

in ciò che è all’interno della zona di comfort, ciò che è conosciuto, amato, benvoluto nel concreto di questa dimensione

Frattura
Ti percepisci separato, in contrasto, in disaccordo, in dissenso dai “pezzi”, dalle parti di te stesso che ti circondano, cioè da ciò che ti fa da “specchio”, da ciò che ti appare altro.
Fuori posto, sentirsi fuori posto
È un richiamo del tuo Vero Sé a riappropriarti in modo definitivo del tuo contesto, del tuo Cammino di Espansione, andando oltre il dubbio che non sia questa la tua strada.
È l’invito a “vivere pienamente le tue fasi di Espansione nel qui e ora”.
Furto

si tratta di un’azione che rimette in circolazione qualcosa di valore che era nel mio possesso. Pertanto il “furto” mi comunica l’importanza di far circolare i valori fondamentali (Valori Assoluti) rappresentati dai beni sottratti (valori relativi).

Giallo

Il colore giallo ci parla del terzo Chakra e al Corpo Mentale

Impotenza
Nella comunicazione sottile l’impotenza si manifesta quando chi la accusa si sente impossibilitato o incapace rispetto al generare, al creare la propria vita, negando la propria Divinità.
Inciampare
Ti scontri con il concreto di questa dimensione, entrando in collisione con aspetti di te che non riconosci.
Intolleranza alimentare
In generale, il “nutrimento” è tutto ciò che accade nella vita. Perciò l’invito è “smetti di avere un atteggiamento intollerante rispetto a ciò che accade nella tua vita”, e quindi rispetto a idee diverse dalle tue, approcci diversi dai tuoi, scelte diverse dalle tue e per le quali provi avversione.

Nulla accade per caso, e la Sincronicità si muove al fine di accompagnare ciascuno verso la manifestazione di Chi Realmente È, andando oltre a ciò che ha scelto per questa Incarnazione. Dunque questa intolleranza, oltre a parlare della tua momentanea mancanza di ciò che ti farebbe digerire il tuo nutrimento, è anche lo strumento che ora ti dà l’occasione di avviare un percorso di cambiamento profondo alla Vita.

 

Inquietudine
L’inquietudine è la spinta a cercare per colmare ciò che viene percepito come un vuoto interiore.
Insegnante

maschio: nel concreto (maschio), ciò che mi consente di accedere alla Conoscenza

femmina: nell’Assoluto (femminile), ciò che mi consente di accedere alla Conoscenza

Ipertensione

L’ipertensione (detta anche “pressione alta”), direttamente o indirettamente, ha sempre a che fare con la paura, perché indica che l’animale che ti ospita (i corpi mentale, emotivo e fisico) sono all’erta, pronti a scappare o attaccare.

La Vita attraverso il sintomo ti invita a smettere di temere, poichè nell’Unità che compone e genera tutto (che tu Sei) non vi è nulla che possa rappresentare un pericolo, ma solo comunicazioni.

Lavoro
Il lavoro ti parla dell’azione giusta rispetto al tuo Cammino per manifestare la tua Vera Natura, Chi Autenticamente Sei.
Madre, mamma
Tua madre rappresenta per te il “concreto, il tangibile, il materiale di questa dimensione”, perché la mamma è l’unico aspetto dell’Universo che consente al Sottile di manifestarsi su questo piano.
Madre adottiva

il concreto, il tangibile, ciò che è della dimensione materiale, di questa dimensione che implemento (adotto) da ciò che è esterno a me

Malattia
Condizione di anormalità.
Malore

Il malore è una comunicazione che giunge quando ti allontani dalla Verità, da Chi Autenticamente Sei. Quando non cogli i messaggi “blandi” che la Vita ti pone, allora la comunicazione arriva più forte, a livello fisico. Ma ogni volta che scegli di tornare nel tuo Cammino, Cosciente e consapevole che tutto è Uno, che non esiste separazione, che non esiste l’altro separato da Te, che tutto è un flusso di Energia che accompagna ogni umano che è un’Unita, il malore scompare. Tutto ciò che ti accade è l’occasione per riavvicinarti a Te.

Mani: obbligo igiene costante e accurata

Poiché le mani sono i nostri principali strumenti d’azione, attraverso questo precetto la Vita ci invita a “curare di lasciare andare costantemente tutta l’energia che si addensa mentre viviamo”, poichè le congestioni energetiche ci spostano nel “mentale”, ci allontanano da Chi Realmente Siamo e rallentano il nostro Cammino di Espansione.

Marito/moglie, compagno/a, fidanzato/a, partner

l’atteggiamento verso la Vita

Mascherina (dispositivi di protezione delle vie respiratorie)

L’Evidenza è data dallo strumento di comunicazione per eccellenza (la bocca) coperto da un filtro. Perciò la comunicazione della Vita è “smetti di ritenere obbligatorio filtrare la comunicazione di Chi Autenticamente Sei”. Perciò resta costantemente nella Verità, cessando ogni compiacimento o convenienza.

Moglie/marito, compagno/a, fidanzato/a, partner

l’atteggiamento verso la Vita

Morte di un parente

l’invito a cessare perentoriamente (morire) in ciò che il significato analogico del parente deceduto mostra

Mura e Pareti

Muri e pareti ci parlano del nostro sistema di credenze e convinzioni

Nipote

figlio di fratello: il Potere di generare concreto (nipote maschio) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel concreto di questa dimensiione

figlio di sorella: il Potere di generare concreto (nipote maschio) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nell’Assoluto, nel Sottile, nell’Intangibile

figlia di fratello: il Potere di generare Assoluto (nipote femmina) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nel concreto di questa dimensione

figlia di sorella: il Potere di generare Assoluto (nipote femmina) in ciò che sento amato, benvoluto, fraterno nell’Assoluto

Nonno

paterno: i nonni mostrano i legami genealogici. Perciò: ciò che mi lega al maschile (logico, matematico, razionale, ecc.) rispetto a Progetto, Orientamento, legittimazione

materno: i nonni mostrano i legami genealogici. Perciò: ciò che mi lega al maschile (logico, matematico, razioneale, ecc.) nel concreto, nel tangibile di questa dimensione

Nonna

paterna: i nonni mostrano i legami genealogici. Perciò: ciò che mi lega genealogicamente al femminile (creatività, estro, non pianificazione, ecc.) rispetto a Progetto, Orientamento, legittimazione

materna: i nonni mostrano i legami genealogici. Perciò: ciò che mi lega genealogicamente al femminile (creatività, estro, non pianificazione, ecc.) nel concreto, nel tangibile di questa dimensione.

Nove/9
A livello sottile ha il significato di Affidarsi, Lasciare la presa, Lasciarsi condurre, Fiducia.
Padre

il Progetto, l’Orientamento, la Legittimazione

Padre adottivo

il Progetto, l’Orientamento, la Legittimazione che implemento (adotto) da ciò che è esterno a me

Pandemia
Pan (tutto) – demos (il popolo).
Per ciascuno di noi ogni persona svolge, a livello Sottile, la funzione di “specchio” per una delle parti che ci compongono.
Perciò “tutto il popolo” equivale a “tutti gli specchi”.
Pareti e Mura

Muri e pareti ci parlano del nostro sistema di credenze e convinzioni

Partner, marito/moglie, compagno/a, fidanzato/a

l’atteggiamento verso la Vita

Pecora

Animale pauroso, remissimo, sottomesso propenso a uniformarsi alle opinioni e al comportamento della massa dei simili, perciò mentale/pensiero pauroso, remissivo e sottomesso che tende a uniformarsi alla massa

Polizia

potere superiore al quale è necessario uniformarsi.

Pressione alta

La pressione alta (o ipertensione), direttamente o indirettamente, ha sempre a che fare con la paura, perché indica che l’animale che ti ospita (i corpi mentale, emotivo e fisico) sono all’erta, pronti a scappare o attaccare.

La Vita attraverso il sintomo ti invita a smettere di temere, poichè nell’Unità che compone e genera tutto (che tu Sei) non vi è nulla che possa rappresentare un pericolo, ma solo comunicazioni.

Prostata, ingrossamento
L’ingrossamento della prostata si manifesta in chi avverte il bisogno estremo di proteggere, delimitare, marcare il territorio, ovvero tutto ciò che sente indispensabile per la sopravvivenza negando, ancora una volta, la propria Divinità, che non dipende da nessun aspetto materiale.
Reato

comportamento che infrange la Legge.

Rosso

Il colore rosso ci parla del primo Chakra e al Corpo Fisico

Seno

Organo del corpo deputato al nutrimento del Potere Creativo.

Seno, tumore al seno
Questo accadimento rappresenta l’invito a “smettere di bloccare il nutrimento del Potere di Generare, di Creare”.
Seno, tumore al seno della mamma
Per te il messaggio è simile a quello del tumore al seno, ma indirizzato specificamente al Potere Creativo nella dimensione in cui vivi, nel “Qui e ora”, dunque nel concreto. Come se tu, pur conoscendo e pur comprendendo anche a livello mentale la tua capacità creativa, lasci che si creino blocchi che non ti permettono di concretizzare.
E’ l’invito per te a tornare a nutrirti, per poter nutrire nel concreto.
Dunque nutriti nel concreto non di ciò che blocca il flusso, ma esclusivamente di ciò che ti consente di mantenere fluido il flusso di Amore Incondizionato che tu Sei e che, attraverso di te, della tua parte incarnata, può manifestarsi in questa dimensione.
Separazione

l’invito a separarsi o ad allontanarsi da un atteggiamento alla Vita che non ci appartiene più

Solidarietà

impegno in favore di qualcuno ritenuto bisognoso di aiuto.

Solitudine
“Solo” significa “separato”. Ma la separazione dal Tutto che compone ogni cosa è un’illusione: non è Reale.
Non c’è solitudine per nessun umano, poiché la solitudine non esiste se non nella vostra mente.
Quindi la percezione della solitudine è l’invito della Vita che ti invita ad andare oltre la convinzione di essere separato dal resto, da tutto, dal Tutto.
Sorella

in ciò che è all’interno della zona di comfort, ciò che è conosciuto, amato, benvoluto nel proprio profondo, nel Sottile, nell’Intangibile

Sterilità

l’incapcità di Generare, di Creare

Stanchezza immotivata

La percezione di stanchezza è sempre determinata da energia congesta (o pesante) accumulata.
L’energia si addensa quando non fluisce.
E non fluisce quando perdi l’equilibrio nel tuo Sistema.
Ciò accade quando si teme qualcosa, quando si è nel controllo, nell’attaccamento o nell’aspettativa, quando si ritiene di non essere abbastanza e, in genere, quando si va in reazione o si staziona in un atteggiamento VIA DA.

Svezzamento

l’invito a smettere di nutrirsi di ciò che è concreto (seno materno)

Telefonino: perdita

La funzione del telefonino è quella di consentire di comunicare con altre persone. Dunque, il telefonino è un intermediario nella comunicazione che trasferisce un’informazione da una persona all’altra attraverso dei segnali che necessitano di stazioni che trasformino e riattivino l’informazione. In altre parole, questa comunicazione, per essere ricevuta deve essere trasformata artificialmente.
Perciò perdere il telefonino non ci permette più di comunicare attraverso vie artificiali.
Questa perdita ci propone dunque di ritrovare una comunicazione vera, ovvero una Comunicazione Reale, possibile unicamente quando ciascuno è nel rispetto di sé: senza aspettative, né intenzioni di fronte all’altro, nel vero incontro.

Tumore
È l’invito a smettere di bloccare il flusso rispetto alla funzione sottile dell’organo interessato.
Tumulto interiore
Il tumulto che senti al tuo interno non è qualcosa da scacciare: è il Gioioso Caos che è pronto a prendere forma in te. Dunque non averne paura e non scacciarlo. Accogli con gratitudine questo momento: è il tuo “starter” per una nuova fase di riallineamento.
Uno/1
A livello Sottile ha il significato di Io, Unico, Unità, Identità, Integrità,  Chi autenticamente Sono
Vaccini: somministrazione

Poiché la pratica della somministrazione di vaccini mira a sviluppare difese da aggressioni esterne intangibili, la comunicazione che la Vita ci fa giungere attraverso questa pratica è smetti di ritenere di doverti proteggere da aggressioni esterne”. Poiché tutto è Uno, tu sei quest’Uno e tutto ciò che ti appare altro Sei Tu, non vi è nulla rispetto al quale tu debba difenderti.

Viaggio

E’ l’invito a lasciarti andare verso il tuo “viaggio interiore”.

Virus
In biologia e medicina, sostanza capace di determinare una malattia. In informatica programma diretto a alterare o bloccare il funzionamento di un sistema.
Zio

da parte di padre: ciò che è fraterno, conosciuto, amato, benvoluto nel duale/nel maschile all’interno della zona di comfort rispetto all’Orientamento, al Progetto, alla legittimazione

da parte di madre: ciò che è fraterno, conosciuto, amato, benvoluto nel duale/nel maschile all’interno della zona di comfort rispetto al concreto, al tangibile di questa dimensione.

Zia

da parte di padre: ciò che è fraterno, conosciuto, amato, benvoluto nel sottile/nell’intangibile all’interno della zona di comfort rispetto all’Orientamento, al Progetto, alla legittimazione.

da parte di madre: ciò che è fraterno, conosciuto, amato, benvoluto nel sottile/nell’intangibile all’interno della zona di comfort rispetto al concreto, al tangibile di questa dimensione.

Le nostre rubriche

L’EVIDENZA

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This