A proposito di vaccini

Foto di Ed Zilch da Pixabay

Questa storia dei vaccini per il Coronavirus mi sta un pò preoccupando. La mia paura è che questa cosa diventi obbligatoria e che io mi trovi nella condizione di dover scegliere se adeguarmi ed essere accettata da parte di una “comunità gregge” che agisce secondo regole di terzi, oppure agire in maniera autonoma con il rischio di restare isolata e non accettata neanche da mio figlio che mi ha detto che si farà vaccinare. E quindi … boh … questa cosa un pò mi preoccupa. Ultimamente ci ragiono … ci ragiono … su questa cosa: non credo in questo virus, non ci ho mai creduto, ma ho paura dell’obbligo del vaccino.  

Non esiste nulla al di fuori di te. Ciò che ti mostra tuo figlio è la paura, nel tuo “potere di creare in questa dimensione”, di essere fuori dal coro. La paura di essere attaccata da qualcosa di nocivo esterno a te.
E’ l’invito è tornare all’Unità della Luce che Sei, poichè il vaccino non è che la convinzione di doversi difendere da qualcosa di esterno in grado di invadere, intaccare, attaccare la tua Divinità.

In realtà credo esattamete il contrario. Io credo invece che il vaccino sia l’attacco …

… esterno …

… un attacco voluto …

… esterno …

… esterno, ma che intacca la mia capacità di Essere …

Dunque neghi l’Essere, poiché se tutto è Uno, come può esserci un esterno? Se tu sei quest’Uno, come può esserci qualcosa di nocivo nell’Uno? E’ una contraddizione mentale della quale siete schiavi sensa accorgervene. Ma l’uomo, l’essere umano, teme l’esterno poichè non riconosce l’interno.

Tratto da una canalizzazione alla Fonte
effettuata il 28.1.2021

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This