dona il tuo 5x1000 sito

Rifiuto vaccino e green pass,
ma ho paura …

A causa di ciò che sta succedendo oggi nel mondo, legato ai vaccini e specialmente al green pass, sto iniziando a valutare una cosa molto impegnativa, che è quella di rifiutare il vaccino, ma anche di rifiutare di adempiere al green pass, con la conseguenza che non potrò accedere al posto di lavoro. Questa è in primis la mia scelta, che mi da pace ma allo stesso tempo mi mette molto in conflitto, per i grossi debiti che ho da pagare e che rimarrebbero insoluti.
Cosa devo fare?

Come sai nelle Infinite Possibilità vi sono infinite vie. Non ti verrà dunque detto cosa “fare”, ma l’indicazione per te è quella di restare in ascolto, cogliendo e accogliendo quanto vedi muoversi intorno a te, poichè tutto ti parla di te e la tua via è costellata di indicazioni.

Dunque hai scelto di non seguire la “via della protezione” (vaccino), poichè non c’è nulla da cui proteggersi: tutto è una comunicazione per te e non contro di te.

Hai scelto di non “vincolare la tua Espansione” non accettando l’irrigidimento attraverso il quale ti troveresti ingabbiata (green pass). Ora la Vita ti invita ad aprirti ad una “nuova azione giusta” (lavoro), rinnovata poichè coerente con la tua nuova Frequenza.

La tua paura dei debiti ti parla della paura della mancanza del fluire dei valori (denaro). Dunque l’invito per te è quello di lavorare al tuo interno per mantenere coerenza nel fluire e nel manifestare i tuoi valori.

Benché così tangibile, la realtà terrena è illusoria, e come tale si modifica simultaneamente al modificarsi della vostra Frequenza Interiore. Non vi è giusto o sbagliato, ma solo opportunità di Espansione che procede al procedere del tuo Risveglio. Ciò che senti nel profondo è la tua “guida”, i condizionamenti che percepisci come esterni sono le tue “sfide”, le scelte che metti in campo in ascolto con Chi Realmente Sei sono il tuo “strumento di Espansione”.
È chiaro per te?

È chiaro, ma la mia parte mentale, razionale, duale mi mette costantemente di fronte alla domanda legata proprio alla sopravvivenza dell’animale, dell’essere animale che ha scelto di vivere in questa esperienza di incarnazione. E l’animale ha bisogno di sopravvivere. E la mia domanda è: “Come sopravvivo?”.

L’animale ha bisogno di sopravvivere, l’uomo di vivere. Non vi è Vita Reale nella posizione di “vittima animale”. L’animale sopravvive poiché non sa di Essere Creatore. L’uomo vive quando accoglie e, lasciandosi guidare, crea. Dunque la domanda per te è: “Cosa vuoi creare?”

Io vorrei dare ascolto a quella parte che parla di non accettare le imposizioni che vengono fatte. E questa cosa mi da molta pace. Ma … c’è sempre il “ma” … la famiglia, le convinzioni, la parte duale/materiale legata agli impegni finanziari presi, la responsabilità che sento nel non dover gravare sugli altri,, mi lascia veramente confusa e in crisi. È come se ci fosse dentro di me una lotta intestina tra due parti: una parte che è razionale, duale, che dice: “Trova un escamotage! Non cedere” – però devi trovare un escamotage che ti permetta comunque di andare avanti – e dall’altra l’ingiustizia di dover fare una scelta di questo genere dopo tanti anni di lavoro. Però se l’alternativa è cedere, non sono disposta a cedere.
Non sono disposta a cedere, però ho paura.

Continui a focalizzare la tua attenzione su ciò che “vedi” e non su ciò che “senti.” La tua sfida non è scegliere, poiché la scelta è già compiuta. La tua sfida è abbandonarti alla perfezione della Sincronicità, poiché hai l’illusione di controllare e determinare il risultato con la razionalità quando, prendendoti la responsabilità della tua Vita e abbandonandoti alla certezza che ciò che stai vivendo nel qui e ora è da te creato, è lasciando che tutto prenda senso che vedrai manifestarsi il risultato desiderato.
È chiaro per te?

È chiaro ma ho comunque paura …

La paura è l’altra faccia della medaglia. Tu non sei bianco o nero, non sei giusta o sbaglita, non sei Divina o terrena, ma sei l’Incontro. La paura è lo sbilanciamento. Accogli la tua paura e ricongiungila al coraggio, seguendo ciò che nel profondo è già chiaro per te. Allora vedrai aprirsi scenari che la tua razionalità non avrebbe mai immaginato.

Tratto da una canalizzazione alla Fonte
effettuata il 30.09.2021

4 Commenti

  1. Maria Roberta Colombo

    Bellissima canalizzazione. Così vera, profonda ma così difficile da raggiungere…
    La separazione e l’Uno esse stesse prodotto della dualità. E mi domando a volte: quanto tempo mi occorre per uscire dalla separazione? Mi piacerebbe tanto arrivarci almeno alle soglie dell’oltre mentre il mio tempo si dilata sempre più…

    Rispondi
  2. Maria Luisa

    Chi rifiuta il vaccino non rispetta la comunità .Non ha senso civico, è un egoista.Questo è il mio pensiero

    Rispondi
    • Maria Teresa

      Non è ammesso il sacrificio della salute individuale a vantaggio della collettività.
      (corte costituzionale)
      Ognuno è responsabile per sè, e fa ciò che sente giusto in piena responsabilità,
      perché quello che fai per te, lo fai anche per gli altri in quanto siamo UNO e gli altri siamo sempre noi.
      I condizionamenti,le manipolazioni mentali che fanno leva sui sensi di colpa(fare il vaccino per rispetto alla comunità ecc.) e la paura sono le nostre sfide. Questa canalizzazione è la risposta ai nostri dubbi.Grazie,grazie,grazie.

      Rispondi
  3. Gian Luigi

    Un po’ di speranza che accende la luce in fondo a questa strada che sembra tortuosa. Siamo continuamente sottomessi alle notizie quotidiane del mainstream, ogni santo giorno, notizia dopo notizia. Non sai più dove sta la verità. Senza nulla togliere a chi dice che questo vaccino serve farlo e senza nulla togliere a chi invece dell’altro versante medici e scienziati contro il vaccino, chiedo chi ha ragione tra i due? È possibile capire da questo una cosa importante: la divisione è sempre imperante. Dentro questo calderone oggi ci sono tutti i popoli del mondo, una cosa così plateale forse non si era mai visto! Un virus che ha accomunato l’Intero globo. Ebbene cosa deve fare questo virus? Si dice sia il grande reset. Di cosa? Ci saranno 7 miliardi di vittime vaccinate a cui lo stesso ha creato l’effetto collaterale della morte? Quindi tutti a casa al piano di sopra? O tutti all’inferno perché abbiamo dato il consenso informato a dare su di noi la sperimentazione di massa? Oppure ancora saremo malati cronici o ancora pedine manovrabili a comando che servono ai massoni collusi con gli alieni che a sua volta è satana? Cioè mille diversità a mille domande risposte. Chi è l’uomo oggi io mi chiedo ? Siamo arrivati in basso così tanto da castigarci così maldestramente? Succubi di chi? Del Dio tiranno o dell’uomo creatore del mondo? Una cosa è certa nessuno sa cosa realmente sta accadendo. Forse una risposta c’è, chiediamo alla nostra anima la più profonda del se che cosa stiamo creando oggi? La risposta sarà non riesco a comunicare con lei perché l’ego della società è talmente elevato che ha creato quello che oggi vediamo fuori!!!!

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This