Iniziativa Soci per i Soci (e non soci)

Il Socio Massimo Bongini propone…

CALA SISINE E GROTTA DE SU MERACULU

Dal Golgo al mare tra sacro e natura in un
parco di infinite meraviglie (Baunei)

(N.B.: COMBINABILE CON L’ESCURSIONE DEL GIORNO SUCCESSIVO A PUNTA SALINAS!)

IN-ITINERE ESCURSIONI E CONTATTO CON LA NATURA E I LUOGHI

Escursione

2 giugno 2018
ore 9.20 – 18.00

Baunei
Necessaria prenotazione!

Presentazione

 

Grado di difficoltà:
Medio/Facile.  

 

Descrizione:

Questo appuntamento di In-Itinere ci porta in Ogliastra, nella bella Baunei, da cui ci arrampicheremo in auto a ripidi tornanti fin sull’altopiano del Golgo. Ci troveremo in un territorio tra i più straordinari della Sardegna sotto molti punti di vista: storia, cultura, tradizioni, natura, geologia, bellezza spettacolare… E’ un luogo di fascino e “magia”. Il Golgo è rimasto fino a non molto tempo fa quasi sconosciuto, segreto, protetto; lassù si respira un’aria speciale, sospesa, diversa; è una delle isole nell’isola. E l’isolata chiesetta campestre di San Pietro , col suo fascino sobrio e suggestivo, ne è una delle icone imperdibili, affiancata da due maestosi ulivi millenari e da un gigantesco bagolaro. Da qui parte una delle codule dell’altopiano (i profondi canaloni calcarei del Mesozoico scavati dall’erosione delle acque e che qui conducono fino al mare), tra imponenti pareti e vecchissimi lecci scampati al taglio distruttivo dei secoli passati.
In uno dei tratti di costa più belli del Mediterraneo e del mondo (il Golfo di Orosei) si apre, fiancheggiata ed avvolta dai costoni rocciosi, la grande e spettacolare Cala Sisine, coi suoi ciottoli bianchissimi che risaltano con il colore dell’acqua rendendola chiarissima e turchese cangiante. Siamo in una incantevole località marina, ma l’atmosfera è anche quella della montagna: sulla spiaggia si affacciano le altissime falesie della Serra Ovara, che dall’altezza di oltre 500 metri scendono ripide a picco sul mare, mentre le gole dell’immediato entroterra
sono ricoperte dal verde di alberi secolari di carrubo, leccio e ginepro.
Ci arriveremo con poco più di 2 Km di cammino dopo aver percorso con l’auto una lunga sterrata. Qui potremo sostare un paio d’ore e fare il bagno, prima di riprendere il cammino per la Grotta de Su Meraculu (“il miracolo”), un’ampia e bellissima cavità naturale che si affaccia su una delle strette codule secondarie che risalgono dalla cala e che raggiungeremo in meno di un’ora di cammino. La grotta, che nasconde una sorgente usata anticamente dai pastori, è quasi sconosciuta ed il suo impatto scenico è davvero particolare: il lento disciogliersi dei
calcari e il paziente lavoro dell’acqua hanno modellato e creato, in più ambienti dalle altissime volte, forme in calcite e concrezioni come vere e proprie opere artistiche, rese ancora più singolari da giochi di ombre e colori.
Dopo il ritorno al Golgo, chi vorrà trattenersi ancora un poco (o deciderà di restare la notte per l’ escursione del giorno dopo a Punta Salinas ) avrà possibilità di visitare anche As Piscinas (le piscine naturali che furono oggetto dell’antico culto delle acque) e affacciarsi sull’imbocco della voragine da brivido di Su Sterru, che precipita nel sottosuolo con campata unica per 297mt.

 

 

Baunei è stato forse l’ultimo baluardo di un ordine sociale fondato sul concetto di condivisione e comunione dei beni e conserva (in forma palese o in modo più discreto) tradizioni che affondano nelle radici più antiche della cultura sarda, espresse anche dalle conoscenze della medicina popolare. Sopra il paese, presso la Grutt’e Janas, si trova uno dei siti con incisioni rupestri (risalente al primo Neolitico) più importanti e interessanti del nostro continente. La voragine di Su Sterru non è solo un monumento naturale straordinario ma è stato
oggetto di eventi di cui rimangono probabilmente solo strascichi nelle più recenti leggende popolari, come nella figura di Su Scultoni, il drago o gigantesco rettile collegato a questo luogo. I piccoli laghetti di As Piscinas sono integrati in un habitat particolarissimo di rocce basaltiche e lecci contorti, frequentato oltre che dalla ricca fauna locale anche e da animali domestici allo stato brado (maiali semiselvatici, asini, mucche, capre, cavalli…) che si incontrano un po’ ovunque su tutto l’altopiano. La semplice e isolata chiesetta di San Pietro, circondata dalle cumbessias ( i novenali usate dai pellegrini in occasione delle celebrazioni importanti) sembra confermare la riconosciuta sacralità di tutta la zona che riassume le caratteristiche di un vero e proprio santuario naturale, testimoniata anche dai betili con rilievo antropomorfo rinvenuti nelle vicinanze insieme ad altri antichissimi resti. L’enorme “ mascherone”, scultura litica di incerta origine, incute soggezione lungo il sentiero che conduce all’isolato Nuraghe Alvo, sotto i resti di una fortezza della stessa epoca. E ancora il maestoso Nuraghe Orgoduri che pur semidistrutto è sempre imponente e suggestivo, in compagnia di bellissimi lecci secolari
In luoghi così ricchi di stimoli, memorie e suggestioni non mancheranno naturalmente le occasioni per fermarci a cercare un contatto diverso attraverso qualche tecnica o meditazione

 
Indicazioni particolari per logistica, equipaggiamento e preparazione:
Equipaggiamento standard, senza scordare una buona scorta d’acqua. Costume da bagno e piccolo asciugamano per chi non resiste al richiamo del mare. A chi è interessato al pernottamento in zona potrò suggerire alcuni recapiti utili (B&B, alberghi, rifugi) che sarà bene contattare il prima possibile data la scarsa disponibilità di posti. Io alloggerò al Rifugio Goloritzè, in tenda (per il campeggio c’è sempre posto). Hanno anche camere e bungalow ma un po’ difficile trovarli liberi all’ultimo momento.

 

 

Distanza in auto da Cagliari: 2h 30min , 155Km
Ore minime di cammino complessive:  4-5
Distanza da percorrere:  km8
Dislivello complessivo in salita: 300mt
Si cammina a quote: mt 200-0
Tipologia terreno – sentiero:  mista (carrareccia,  sentiero)
Tipologia del percorso:  a bastone (andata e ritorno su stesso percorso)
Sterrate da fare in auto: 12+12Km (non in ottimo stato ma percorribile anche senza un fuoristrada).
Quota di partecipazione: €25.00 (soci Ass. Maestr’ale €20.00) + €15,00 quota guida e visita grotta
Appuntamento a Cagliari ore e luogo:  h6.30 Centro Commerciale Le Vele (Quartucciu, Via delle Serre) al parcheggio di fronte all’ ingresso del Cinema The Space
Appuntamento in zona ora e luogo: h9.15 Golgo di Baunei Bar Su Porteddu o Chiesetta San Pietro
Rientro stimato a Cagliari circa ore:  18.00/19.00
Adesioni entro:  Giovedì 31 Maggio
Numero minimo/massimo di adesioni: 4/12

 

 

Per informazioni e prenotazioni:

Massimo Bongini
Guida Ambientale Escursionistica AIGAE
Codice Registro Nazionale SA454 – www.aigae.org
Mob. 333.2099349 – e-mail: masbongini@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/initinerepercorsi/?notif_t=page_admin

 

 

 

 

CALENDARIO 2018 PRIMAVERA-ESTATE

LEGENDA: DIST.CA: ore di auto da Cagliari. DIFF: grado di difficoltà (è indicativo, maggiori spiegazioni in ogni scheda dettagliata). CAMM h: ore di cammino (dato variabile, l’escursione dura di più per soste ed eventuali pratiche). PERC.Km: lunghezza del percorso. DISL.SAL.mt: dislivello in salita complessivo (le discese non vengono calcolate). QUO mt: a che quote si cammina.
 DOM 3 GIUGNO Dal Golgo a Cala Mariolu, gioiello del Golfo di Orosei (Baunei) – DIST.CA: 3h/155Km. DIFF: media/impegnativa. CAMM h: 5. PERC.Km: 10. DISL.SAL.mt: 200+600. QUO mt: 400-600-0
 SAB 9 / DOM 10 GIUGNO (2 giorni con bivacco) – In collaborazione con “Sardegna Sacra” Nuraghe e gole del Supramonte, da Sedda Arbaccas a Campu Donanigoro, dalla dolina di Su Suercone alla Gola di Surtana DIST.CA: 3h 30min/180Km. DIFF: media/impegnativa. GIORNO: CAMM h: 5-6. PERC.Km: 12. DISL.SAL.mt: 450. QUO mt: 800-500-950 / 2° GIORNO: CAMM h: 5-6. PERC.Km: 12. DISL.SAL.mt: 200. QUO mt: 900-200 – Iscrizione anticipata su www.sardegnasacra.it
 SAB 16 GIUGNO Tra Ogliastra e Gennargentu, Piscine di Bau Mela, Complesso Archeologico Sa Carcaredda e S’Arcu ‘e is Forros (Villagrande Strisaili) – DIST.CA: 2h45min/150Km. DIFF: facile. CAMM h: 4. PERC.Km: 7. DISL.SAL.mt: 150. QUO mt: 800-900.
 DOM 24 GIUGNO (acquatica) Gole di Pirincanes e cascate di Riu ‘e Forru, spettacolo dell’Alto Flumendosa (Arzana) – DIST.CA: 2h45min/150Km. DIFF: media. CAMM h: 4. PERC.Km: 6. DISL.SAL.mt: 100. QUO mt: 700-800.
 SAB 30 GIUGNO (con mare) Spettacolare Spartivento, dal faro al vecchio semaforo per la strada romana, tra resti nuragici, calette e fantastici paesaggi sulla Costa del Sud (Domus De Maria) – DIST.CA: 50min/50Km. DIFF: media/facile. CAMM h: 4. PERC.Km: 9. DISL.SAL.mt: 170. QUO mt: 0-170.
 DOM 8 LUGLIO (pomeriggio/sera) A caccia di Stelle tra Monte Cresia e Monte Eccas, Nuraghe Sa Fraigada e Nuraghe Antigori (Sinnai)DIST.CA: 40min/35Km. DIFF: facile. CAMM h: 2. PERC.Km: 4. DISL.SAL.mt: 150. QUO mt: 700-800.
 SAB 14/DOM 15 LUGLIO (salita serale e notte con bivacco) Mistica notte sul Monte Arcuentu, un ponte tra terra e cielo (Arbus) – DIST.CA: 1h15min/75Km. DIFF: media/impegnativa. CAMM h: 5. PERC.Km: 7. DISL.SAL.mt: 400. QUO mt: 350-785.
♥ SAB 21 LUGLIO (pomeriggio/sera) La Piramide di Monte Liuru, tempio di roccia naturale affacciato su stagni e mare (Muravera)DIST.CA: 1h/80Km. DIFF: facile. CAMM h: 2. PERC.Km: 4. DISL.SAL.mt: 200. QUO mt: 200-400.
♥ SAB 28 LUGLIO (pomeriggio/sera) Barrancu Mannu, verso la solitaria e imponente Tomba dei Giganti, tra strane forme e anfratti di granito (Santadi) – DIST.CA: 1h15min/65Km. DIFF: facile. CAMM h: 2. PERC.Km: 3. DISL.SAL.mt: 120. QUO mt: 160-280.
 SAB 4 AGOSTO (pomeriggio/sera) Pranu Muttedu, a colloquio coi menhir nell’ora degli spiriti sottili (Goni) – DIST.CA: 1h/60Km. DIFF: facile. CAMM h: 2. PERC.Km: 4. DISL.SAL.mt: 150. QUO mt: 500.

 

 

Note: i percorsi sono in prevalenza di breve o media durata e difficoltà, per favorire l’ascolto e l’osservazione. Le indicazioni dettagliate sono comunicate per email una decina di giorni prima della data prevista (se interessati potete chiedere di essere inseriti in rubrica).

 

 

 

Pratiche e attività extra: lungo il cammino si suggerisce un approccio sensibile agli ambienti naturali, eventualmente anche con tecniche ed esercizi di contatto con le forze naturalirespirazioneespansione sensoriale, piccole meditazioni ed altre pratiche che favoriscono il benessere fisico e interiore, e arricchiscono il piacere della compagnia e l’esperienza in Natura. La possibilità di svolgere una o più attività nella giornata è data dalle caratteristiche del luogo e dell’itinerario, dalle esigenze delle persone presenti e da altre situazioni contingenti.

 

La quota giornaliera per l’uscita è di € 25.00 (€ 20.00 per i soci dell’Ass. Maestr’Ale).   Per uscite o eventi non ordinari la quota può essere ridotta o aumentata all’occorrenza.  

 

Attività su richiesta:  in qualsiasi momento dell’anno è possibile richiedere un’uscita o un’attività sulla base dei propri desideri, anche in giorni feriali e per più giorni. La quota varia in base al numero di persone e viene concordata al momento.

 

 

 

                                                                             NOTE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE USCITE

Viaggio in auto: le località degli appuntamenti si raggiungono autonomamente ma è possibile accordarsi per condividere le auto e il viaggio. I costi di carburante possono essere divisi tra i passeggeri.

https://www.associazioneculturalemaestr-ale.com/Tempi di percorrenza: quello indicato è il tempo stimato necessario al raggiungimento dell’obiettivo e ritorno o per chiudere l’anello, ed esclude tutte le soste per ristoro ed eventuali attività proposte.

Sicurezza: è importante che ogni problema fisico, alterazione o disturbo di qualsiasi genere sia comunicato preventivamente. Durante l’escursione ciascuno è responsabile della propria incolumità e del controllo del proprio stato di salute.

Imprevisti: in caso di condizioni meteo inadatte o altri impedimenti la località programmata per il giorno potrebbe essere cambiata all’ultimo momento, o l’escursione annullata del tutto e rinviata.

Uscite improvvisate: escursioni estemporanee fuori programma potrebbero essere organizzate in base alle opportunità e verranno comunicate per email o whatsapp a chi ha lasciato il proprio recapito.

Equipaggiamento standard consigliato: scarponcini da trekking (già rodati); abbigliamento morbido ma robusto e traspirante, con maglie diverse a strati (meglio in tessuto tecnico); giacca antipioggia non pesante o K-Way; maglietta intima di ricambio; cappello sole/pioggia; zaino da escursione 25-30lt; acqua 1,5/2lt; cibo leggero e nutriente, frutta e frutta secca o barrette, cioccolato; farmaci di pronto soccorso per la propria necessità; torcetta leggera o lampada frontale carica; coltellino (forbicine, pinzette); piccolo asciugamano in microfibra; telo termico d’emergenza; cambio completo d’indumenti da lasciare in auto. Facoltativo: bastoncini telescopici; telo leggero per sedersi; costume da bagno; crema solare; repellente per insetti; penna e blocco per appunti; una piccola “offerta” (cibo, erbe, oggetto, messaggio…) da lasciare al luogo che si raggiungerà. La lista dell’equipaggiamento suggerito ha a che vedere col comfort ma anche con la sicurezza, portate quello che credete (le esigenze sono in parte anche soggettive) ma vi prego di non sottovalutarla.

Preparazione fisica: una buona salute fisica e un minimo di attitudine o allenamento al movimento e alla camminata sono il requisito minimo per le escursioni. Per ogni incertezza o necessità consultatevi preventivamente.

 

 

initinere

PERCORSI ED ESPERIENZE
NELLA NATURA E NELLA STORIA
DELLA SARDEGNA

La Sardegna attrae, accoglie, stupisce, incanta, e cura come un unico e grande tempio naturale. Percorrerla a piedi, scoprirla coi tempi giusti e tutti i sensi svegli riserva esperienze indimenticabili. E’ una regione privilegiata per l’offerta di ogni tipo di itinerari e ad ogni livello di difficoltà. La sua natura ha un carattere forte e speciale che viene subito percepito da chi la scopre per la prima volta, una frequenza con cui bisogna imparare a sintonizzarsi se si vuole sperimentare un contatto ancora più intimo e intenso.

È una terra antica, testimone di una cultura che conosceva il potere dei luoghi naturali e cercava di integrarsi con essi, riproducendone e amplificandone l’armonia e l’equilibrio, con una quantità strabiliante di resti e costruzioni dell’età preistorica, in buona parte ancora avvolti nel mistero: pietre fitte, templi, pozzi sacri, nuraghi, tombe dei giganti, domus de janas… Opere che mostrano una straordinaria perizia e riescono ancora a trasmettere una grande capacità di accordo armonico con le forze della terra e del cielo

Queste sono le risorse naturali che la Sardegna mette a disposizione, ad anche la materia prima delle esperienze e dei percorsi di In-Itinere. “In-Itinere” è “lungo il cammino”. “In” è anche la direzione e la dimensione interiore di un viaggio. Il suo senso è nel valore che riusciamo a dare ad ogni piccola cosa che incontriamo tra l’intento di partenza e la mèta di arrivo.

Informazioni e prenotazioni:

Massimo Bongini
Guida Ambientale Escursionistica AIGAE
Codice Registro Nazionale SA454 www.aigae.org
Mob.333.2099349 e-mail: masbongini@gmail.com
Pagina Facebook:
https://www.facebook.com/initinerepercorsi/?notif_t=page_admin

 

 

Quote di partecipazione:  € 25.00

Per i Soci Maestr’Ale: € 20.00

(presentare tessera valida per l’anno sociale in corso)

 

 

Guida

Massimo Bongini:

E’ Guida Ambientale Escursionistica AIGAE (Codice Registro Nazionale SA454 www.aigae.org) da Gennaio 2018. Pratica da 25 anni (tra Appennino e Sardegna soprattutto) alpinismo, free climbing, canyoning, trekking e altre attività outdoor (frequenza di corsi ed esperienze sotto la conduzione delle Guide Alpine Cristiano Delisi e Luca Bucciarelli). Conosce molto bene, frequenta, gira e ama tutta la Sardegna.
Ha condotto a Roma per trent’anni uno dei “ centri del naturale bio-eco” storici italiani (Emporium Naturae). Oltre alle attività commerciali e tecniche (negozio, ristorante, laboratorio produzione), ha curato, come organizzatore o docente, anche programmi di iniziative culturali, didattiche, divulgative ed esperienziali su diversi argomenti: alimentazione naturale; ecologia; naturismo; terapie olistiche e medicine non convenzionali; bioedilizia, geobiologia, radiestesia; ricerca interiore, psichica e spirituale; cultura e tradizioni antiche,  sciamanesimo, pratiche e cultura dei nativi americani; canto armonico; spada medievale occidentale.
Dal 2016 è operatore e consulente in B.R.A. (Biocompatibilità e Riarmonizzazione Ambientale) per la bonifica dei disturbi energetici dell’habitat secondo la metodologia Aetere’s (www.aeteres.com).
Conduce seminari su diversi argomenti tra quelli sopra citati, soprattutto in collaborazione con l’Associazione Culturale Maestr’Ale di Cagliari.

E’ nato a Firenze nel 1960. Vive a Cagliari dal 2013.

 

Share This