Energia Intenzionale

Tutto è energia. Tu sei energia che vibra a frequenze differenti.
Quando qualcosa non va come vorresti – nella tua vita, nel tuo atteggiamento e persino nel tuo corpo – è perché sono in corso alterazioni energetiche (“rallentamenti di flusso”, “addensamenti di energia”) che ti allontanano dalla tua Vibrazione Originaria, detta anche Vibrazione Fondamentale o Primordiale.

Anche le cosiddette “malattie” sono determinate da alterazioni di frequenza che investono prima il sistema energetico, poi la biochimica e quindi la parte materiale del nostro sistema.

Perciò conoscere tecniche di riequilibrio (o “pulizia”) energetico può costituire un aiuto importante nel dispiegarsi del nostro Cammino di Espansione.

La tecnica di Energia Intenzionale chiamata “Lulù”, è tanto semplice quanto efficace e, come tutte le pratiche energetiche, non presenta controindicazioni o rischi di sovra-dosaggio e può essere applicata con successo anche su piante, animali e qualunque cosa animata o inanimata perché, come ricordato in precedenza … tutto è Energia.

Ora la domanda è: “Come si pratica la tecnica “Lulù”?
E’ presto detto:

1. procurati una matita con gomma da cancellare incorporata e senza punta;

2. stampa su carta o disegna [è sufficiente uno “schizzo”: non serve certo un capolavoro d’arte grafica] l’immagine di ciò che è oggetto di alterazione energetica (corpo umano o sue parti, corpi animali o loro parti, piante, ambienti, oggetti, ecc.);

3. esprimi l’intenzione di ripulire energeticamente ciò che è oggetto di intervento;

4. passa la gomma da cancellare della matita su tutta la parte oggetto di intervento, fino a quando avverti la sensazione di averla ripulita completamente [non è necessario esercitare pressione, anzi: mentre esegui, puoi anche tenere la gomma staccata dal foglio];

5. esprimi l’intenzione di ricaricare energeticamente la parte oggetto di intervento;

6. capovolgi la matita e picchietta su tutta la parte oggetto di intervento fino a quando avverti la sensazione di averla energeticamente ricaricata completamente [non è necessario esercitare pressione, anzi: mentre esegui puoi anche tenere la matita staccata dal foglio];

7. ripeti uno o più volte al giorno per uno o più giorni: fidati delle indicazioni che arrivano dal tuo sentire profondo.

1 commento

  1. Massimo Omissam

    Mi sa che, a questo punto… matita, gomma, foglio non sono neanche necessari… manco a dirlo!
    Sono divertenti però, aiutano a precisare la questione. Diventano efficaci ed efficienti.
    Buoni disegni a tutt@

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This