Il Codice dell’Origine

di Adele Venneri

Dalla 4° di copertina

Maria Maddalena non è la prostituta, Giuda non è il traditore.
La chiave di Pietro non è quella del Paradiso.
L’umano non è il dormiente come il potere crede.
La croce è stata capovolta, come capovolta è stata la verità.

Che fare?
Combattere?
No, non serve.

Urge incontrarsi, non scontrarsi. Urge incontrare quella parte mancante di sè dalla quale in origine l’essere umano si è separato. Urge riflettersi nello specchio della vita e riconoscersi. Urge prendere consapevolezza che il percorso di apprendimento e conoscenza di sè non è nelle risposte che l’uomo ha sempre cercato fuori, ma nelle domande che non si è mai posto.

Porre domande alla propria coscienza è un invito da parte di Adele Venneri che, oltre ad essere l’autrice di questo libro, è anche la protagonista. Accompaganta dalla sua frequenza vibratoria, mette al servizio la sua personale esperienza, conducendo il lettore in uno spazio vuoto in cui il passato, presente e futuro coesistono. Spazio creativo ed eterno in cui il mondo materico ed eterico sono in perfetta armonia con l’ordine vibrazinale del cosmo.

Ogni capitolo è un’esperienza alchemica e trasmutante. La voce della coscienza che “sa” invita il lettore ad immergersi nelle proprie acque interiori fino a vibrare con il suono arcano della creazione: il Codice dell’Origine. 

Un passo del libro

[…] Nella vita ho lasciato andare il bisogno di capire. Sin dall’età di sette anni ho imparato a fidarmi della mia intuizione. La mia Coscienza “sa”.

In realtà più che lasciarlo andare, ho imparato a trasmutarlo. In questi ultimi anni in cui la New Age ha preso il sopravvento, si è usato spesso un linguaggio attraverso cui il “lasciare andare” diventa l’atto per liberarsi di qualcosa. L’alchimista non fa nulla di tutto questo. Il Creatore Vivente sa che non può lasciare andare ciò che gli appartiene. Quelle parte, persona o esperienza che crede di lasciare andare e dalla quale crede si separarsi, dentro di sè resta ancora più viva.

L’evoluzione sta nella fenice. E’ lei che con il suo colore rosso porpora, brucia e si trasmuta. E’ lei l’unico fuoco che arde per amore e non più per condanna. Ed è sempre lei che, dopo la sua trasmutazione, prende e diviene aquila. […]

L’EVIDENZA

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This