Ogni cosa è creata dal nostro pensiero …
Prima crei, poi ne fai esperienza, infine vi resti intrappolato.

Il giornalista in paradiso

L’EVIDENZA

Un giornalista morì e bussò alla porta del paradiso.
San Pietro gli aprì e gli disse:

 “Mi dispiace, ma in paradiso non abbiamo più posto per giornalisti: è già stata raggiunta la quota massima. Teniamo soltanto una dozzina di giornalisti”, spiegò “e anche loro sono inutili, perché qui non succede mai niente che valga la pena di essere riportato o che somigli a una notizia”.

“In cielo non ci sono notizie e non viene pubblicato alcun giornale”, proseguì San Pietro “perciò anche quei dodici giornalisti che alloggiano qui sono del tutto inutili. Perché mai dovremmo aver bisogno di te? Perciò vai all’inferno”.
“No, non posso andare all’inferno!” esclamò il giornalista. “Se mi dai ventiquattro ore, riuscirò a convincere qualche collega ad andare all’inferno, così potrai lasciarmi occupare il suo posto”.
“Va bene, ti lascerò provare! Hai ventiquattro ore di tempo”, concesse San Pietro. “Entra!”.

 Il giornalista entrò in paradiso e mise a frutto tutto il suo acume e la sua abilità professionale, iniziando a far circolare la voce. A chiunque incontrasse, diceva: “Hai sentito? Si dice che all’inferno stiano mettendo in piedi un importante testata giornalistica e al momento tutte le posizioni sono vacanti: cercano un redattore capo, degli assistenti di redazione, dei redattori e un’infinità di altre figure professionali …”. Raccontò queste cose con una tale efficacia che nel breve volgere di alcune ore tutti i dodici giornalisti si trasferirono all’inferno.

 Poche ore più tardi il giornalista tornò da San Pietro. “Apri la porta” gli disse “e lasciami andare!”.
“Mi spiace” replicò San Pietro ” ma non puoi uscire. Ora devi rimanere in paradiso!”.
“Ma perché?” replicò il giornalista “Qual è il problema?”.
“È semplice” rispose San Pietro “a causa tua tutti i giornalisti che avevamo sono andati via. Per conservare il nostro buon nome, dobbiamo tenere almeno un giornalista, perciò devi rimanere qui!”.
“No, non posso più restare!” protestò il giornalista. “Ho fretta di uscire. Devo andare subito all’inferno!”.

 “Non ne capisco il motivo?” obiettò perplesso San Pietro. “Come fai a non capire?”, rispose stizzito il giornalista. “La notizia che ho diffuso deve essere per forza vera. Com’è possibile che dodici persone abbiano creduto a ciò che ho detto, se fosse stata falsa?”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This