Lascia che sia

 Qualunque cosa accada è una comunicazione per te,
che parte da te … che parla di te … 
che giunge a te attraverso le vie e i canali della Vita …
Accoglila … resta in pace … resta in ascolto … e vai oltre!

Lascia che le cose si rompano,
smetti di sforzarti di tenerle incollate.
Lascia che le persone si arrabbino,
lascia che ti critichino, la loro reazione non è un problema tuo.
Lascia che tutto crolli, e non ti preoccupare del dopo.
Dove andrò?
Che farò?
Nessuno si è mai perso per la via,
nessuno è mai rimasto senza riparo.
Ciò che è destinato ad andarsene se ne andrà comunque.
Ciò che dovrà rimanere, rimarrà comunque.
Troppo sforzo, non è mai buon segno,
troppo sforzo è segno di conflitto con l’Universo.
Relazioni … lavori … case … amici e grandi amori …
consegna tutto alla Terra e al Cielo:
annaffia quando puoi,
prega e danza,
ma poi lascia che sbocci ciò che deve
e che le foglie secche si stacchino da sole.

Quel che se ne va, lascia sempre spazio a qualcosa di nuovo:
sono le leggi universali.
E non pensare mai che non ci sia più nulla di bello per te,
solo che devi smettere di trattenere quel che va lasciato andare.
Solo quando il tuo viaggio sarà terminato,
allora finiranno le possibilità,
ma fino a quel momento,
lascia che tutto crolli, lascia andare, let it be.

Claudia Crispolti

2 Commenti

  1. Monica

    Spero che ti stia godendo ogni giorno della tua vita.

    In questa e-letter, condividerò con te una storia vera… una storia
    molto importante, con un lieto fine!

    Si riferisce ad alcune delle domande che ho ricevuto…ed è la
    risposta ai rimorsi che alcune persone provano e alla tristezza
    derivante dalle perdite che hanno avuto nelle loro vite sentimentali
    o in termini finanziari…

    E’ una questione che riguarda il modo in cui si affrontano
    ostacoli e perdite…e il modo in cui aggirarli…

    La storia parla di questo tizio…

    Molti anni fa s’innamorò di una ragazza…una ragazza davvero
    speciale…era carina, intelligente e dolce…ma le circostanze li
    separarono…

    Dopo ciò, lui era molto depresso. Ripensava a cosa avrebbe
    potuto essere. Si sentiva come se fosse la fine del mondo o della
    sua vita…aveva la sensazione che qualcosa di così splendido
    potesse accadere solo una volta nella vita e lui aveva perso
    quell’occasione…l’occasione della felicità…
    Gli ci volle molto tempo per riprendersi…

    Poi, qualche anno più tardi, perse tutti i suoi risparmi in cattivi
    investimenti.

    Per mesi fu triste e depresso perché pensava al fatto che aveva
    perso la sua ultima possibilità per avere una sicurezza
    economica e la felicità, di nuovo…

    Qualche anno dopo, si era innamorato di nuovo di un’altra
    ragazza, per poi ritrovarsi ancora a soffrire…

    Nel corso di un decennio, gli capitarono molte perdite, nella sua
    vita amorosa e nelle sue finanze…e ogni volta si sentiva
    depresso perché aveva la sensazione di aver perso la sua
    ultima occasione per essere felice…

    Poi è successo qualcosa…si è accesa una lampadina nella
    sua testa…ha compreso qualcosa che avrebbe cambiato la sua
    vita da quel momento in poi…

    Si è reso conto che ogni volta che gli capitava una perdita, si
    deprimeva perché pensava di aver perso la sua occasione…
    e che qualcosa tanto grande non sarebbe più capitato nella
    sua via…e poi eccolo di nuovo…ancora innamorato e a pensare
    di aver perso un’altra occasione…

    E’ diventato consapevole che queste occasioni perse erano
    le ultime occasioni sono nella sua immaginazione!

    Quando si è guardato indietro, ha capito che ogni volta che
    aveva pensato di aver perso un’occasione della vita, non
    appena si riprendeva dalla tristezza, arrivava subito un’occasione
    più grande!

    Poi è diventato un vero saggio! Si è reso conto che solo al
    momento della perdita si sentiva in quel modo, ma nella realtà
    le possibilità continuavano a presentarsi!

    Quindi, quando gli capitava una perdita, teneva duro, e invece
    di sentirsi triste, si emozionava silenziosamente…si emozionava
    per la fiducia e la convinzione che qualcosa di più grande e
    migliore si sarebbe presentato sul suo cammino…

    Ha imparato “l’arte della pazienza nel momento della perdita”.

    Al posto del punto di vista della scarsità, che gli faceva pensare
    che le occasioni perse fossero le sue ultime occasioni, ha
    scelto il punto di vista dell’abbondanza e ha creduto nel fatto
    che le cose migliori dovessero ancora arrivare.

    E sai una cosa? La sua rotta è cambiata… cose sempre più
    grandi hanno iniziato ad arrivare nella sua vita…relazioni e
    opportunità economiche migliori…

    Di fatto, queste grandi cose sono sempre state lì…ma lui non
    poteva vederle perché era sempre impegnato a guardare
    al passato.

    E’ diventato intelligente…ha visto la rotta…ha saputo guardare
    oltre i sentimenti momentanei di perdita e tristezza….ha visto
    il grande ciclo della vita…

    Ecco invece la parte che riguarda gli autobus…Ne passa
    sempre uno…se perdi un autobus, non sprecare troppo tempo
    a guardarlo andare via. Girati e guardati intorno, perché è in
    arrivo un altro autobus…

    Il saggio sa che…quando c’è una perdita bisogna restare
    calmi e quieti all’interno, sorridere dentro, perché sa che si
    tratta di un segnale che qualcosa di più grande è in arrivo…

    Questa è la legge dell’universo… Non c’è nessuna fine…
    non c’è nessuna pena…ogni finale e ogni morte sono seguite
    dalla nascita di qualcosa di più nuovo e migliore…

    Quindi stai sempre in guardia, perché qualcosa di più
    grande è in arrivo…se ci credi dal profondo del tuo cuore,
    quello che manifesterai ti sorprenderà!
    Bernie B.

    Rispondi
  2. Maria Roberta Colombo

    Spazio splendido! Denso di verità e insegnamento.
    Grazie 🙏
    Roberta

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

L’EVIDENZA

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This