L’esperimento del portafoglio smarrito

“In generale senti di poterti fidare degli altri
o pensi che la prudenza non sia mai troppa?”

È una domanda standard per misurare la felicità ed è stata usata in molti sondaggi per molti anni in molti Paesi.
Tu cosa risponderesti? Ti fidi della gente? Sei convinto/a che qualcuno, trovando il tuo portafoglio per strada pieno di contanti, te lo restituirebbe? A volte tendiamo a sottovalutare gli altri, quando c’è di mezzo la fiducia.

Il Canadian General Social Survey scoprì che gli abitanti di Toronto ritenevano di avere meno del 25 per cento di probabilità di vedersi restituire il portafoglio pieno di contanti da uno sconosciuto che lo avesse trovato per strada. Eppure, quando vennero lasciati veri portafogli in vari punti della città per verificare il numero reale, l’80 per cento fu riconsegnato.

L’esperimento del portafoglio smarrito – una misura dell’affidabilità delle persone – fu condotto per la prima volta dal Reader’s Digest Europe nel 1996. I portafogli che contenevano denaro, un nome e un indirizzo, vennero sparsi per le strade di venti città in quattordici Stati europei e in una dozzina di città statunitensi. In due di questi Paesi tutti i portafogli vennero restituiti con ancora dentro i contanti: Norvegia e Danimarca.

Reader’s Digest ripetè l’esperimento nel 2013. Questa volta i ricercatori lasciarono dodici portafogli in sedici città. Ognuno conteneva un nome, un numero di cellulare, una foto di famiglia, buoni spesa, biglietti da visita e l’equivalente di 50 dollari nella valuta locale. Secondo te, quanti portafogli furono restituiti ancora pieni?

Se hai pensato a una media vicina al 50 per cento in tutti e sedici i Paesi hai indovinato. Nel complesso vennero restituiti 90 dei 192 portafogli lasciati per le strade. […]

Tratto dal libro Il segreto della felicità
di Meik Wiking

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This