Ok! E adesso?

Tutto è possibile quando ci si affida
all’apparente incertezza della Vita che,
quando lasciata agire,
conduce esattamente
dove si è venuti a Essere e ad andare.

Ma noi umani non lo sappiamo
o lo dimentichiamo,
e affamati di certezze, quali siamo,
preferiamo esiti non auspicabili ma certi,
a possibili rosei scenari in divenire.

Una coppia di cacciatori sono nel bosco quando uno di loro, senza apparente motivo, cade improvvisamente a terra: immobile, privo di sensi, sguardo assente, sembra non respirare.

L’amico chiama immediatamente i soccorsi al telefono.
Urla: «Il mio amico è morto! Il mio amico è morto! Che posso fare?».
«Cerchi innanzitutto di calmarsi, l’aiuto io – gli risponde l’operatore – Come prima cosa, si assicuri che sia realmente morto».

Un attimo di silenzio, poi un colpo di fucile.
«Ok. E adesso?»

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

L'EVIDENZA

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

Share This