Pandemia COVID – 19: il seguito

Sembra proprio che si stia faticando non poco a recepire le comunicazioni che la Vita sta cercando di farci giungere attraverso quella che è stata battezzata Pandemia da Coronavirus.

E allora ecco di seguito la lettura dell’Evidenza che ci viene mostrata da alcuni tra i più importanti provvedimenti adottati dall’autorità italiana competente su queta materia.

Obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine)
L’Evidenza è data dallo strumento di comunicazione per eccellenza (la bocca) coperto da un filtro. Perciò la comunicazione della Vita è “smetti di ritenere obbligatorio filtrare la comunicazione di Chi Autenticamente Sei”. Perciò resta costantemente nella Verità, cessando ogni compiacimento o convenienza..

Distanziamento fisico
L’Evidenza è data dall’essere lontani dagli “specchi” (tutto ciò che appare altro rispetto a me) più importanti del nostro Cammino di Espansione: gli esseri umani. Perciò la comunicazione della Vita è “prendi distanza dai tuoi specchi”. Ovvero, smetti di ritenere che ciò che gli altri dicono e fanno sia reale: si tratta, come ogni cosa percepita dai sensi, di comunicazioni che la Vita dona per facilitare il Cammino. Perciò smetti di giudicare e di andare in reazione.

Divieto di spostamento dalle ore 22,00 alle ore 5,00
Poiché gli archetipi numerici vanno dallo 0 al 9, quando nel nostro Cammino compaiono cifre con più numeri, occorre sommarli sino a produrre cifre di un solo numero.
Pertanto l’Evidenza in questa comunicazione è “smetti di impedirti di muoverti dal 4 (la materia) al 5 (la sperimentazione libera)”. E quindi, “smetti di costringerti a vivere secondo regole terrene, e agisci secondo principi e Verità Assoluti, privi di alcun genere di condizionamento”.

Divieto di spostamento tra territori
L’Evidenza è data dall’azione di abbandonare il proprio territorio per recarsi in un’altro. Perciò la comunicazione è “smetti di abbandonare il tuo contesto di Espansione (quello interiore, Assoluto Reale) per muoverti in contesti che non ti appartengono (al tuo esterno, materiali, illusori).

Divieto di assembramento
L’Evidenza è data dal confondersi all’interno della massa degli “specchi umani”, azione che si muove in direzione opposta rispetto al principale invito del Coronavirus, che è “resta a casa”. Perciò il messaggio Assoluto di questo divieto è “smetti di confonderti (e farti confondere) nella moltitudine di specchi che accompagnano il tuo Cammino”.

Igiene costante e accurata delle mani
Poiché le mani sono i nostri principali strumenti d’azione, attraverso questo precetto la Vita ci invita a “curare di lasciare andare costantemente tutta l’energia che si addensa mentre viviamo”, poiché le congestioni energetiche ci spostano nel “mentale”, ci allontanano da Chi Realmente Siamo e rallentano il nostro Cammino di Espansione.

Sospensione attività ludiche, ricreative, sportive, culturali, sociali, teatrali, chiusura discoteche, palestre, associazioni, ecc.
Qui la comunicazione è immediata: sposta la tua attenzione da tutti i “giocattoli” esterni che ti distolgono dal tuo scopo di incarnazione, e riporta la tua attenzione unicamente al Centro del tuo Centro (resta a Casa)

Attività didattica a distanza
Tutto ciò che è luogo di cultura ci parla, nell’Assoluto, della Conoscenza. Pertanto l’invito è quello di “prendere distanza da tutte le forme di conoscenza (quella terrena, con la “c” minuscola) illusoria per restare nel Centro del proprio Centro” (a Casa) sede della Vera Conoscenza: quella Assoluta.
Non si tratta di una istigazione all’ignoranza, ma di una esortazione a porre “le prime cose (la crescita spirituale) al primo posto.

Somministrazione di vaccini
Poiché la pratica della somministrazione di vaccini mira a sviluppare difese da aggressioni esterne intangibili, la comunicazione che la Vita ci fa giungere attraverso questa pratica è “smetti di ritenere di doverti proteggere da aggressioni esterne”. Poiché tutto è Uno, tu sei quest’Uno e tutto ciò che ti appare altro Sei Tu, non vi è nulla rispetto al quale tu debba difenderti.

Divieto di consumo di cibi e bevande in luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio.
Nella comunicazione Assoluta ciò che ci nutre sono gli “accadimenti della Vita” accolti e vissuti per quello che sono: comunicazioni.
Pertanto l’invito che ci giunge attraverso questo precetto è “smetti di nutrirti all’esterno: nutriti al Centro del tuo Centro”. A domicilio, appunto.

L’EVIDENZA

Dizionario

1 commento

  1. Nicola

    Bella interpretazione!!!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This