Se non cambio lavoro mi ammalo

Mi trovo in un momento di scelta, dopo tanti anni di lavoro che non mi è mai piaciuto, fatto perché devo mantenermi. Non lo voglio più fare, ma non so cosa fare. E sento che se continua così, mi ammalo. Devo assolutamente cambiare strada, ma non so quale possa essere questa strada, anche perché l’ambiente esterno mi dice che “in questi tempi occorre essere prudenti”. Ma io non posso più seguire la mia parte razionale.

Come sai, tutto ciò che ti si presenta nella vita è una comunicazione, una indicazione di percorso.
Il lavoro porta una comunicazione che attiene all’azione giusta per manifestare la tua Vera Natura.
Le persone che cercano di dissuaderti dà ciò che senti di voler fare ti portano indicazioni rispetto alle “resistenze” che nutri verso questa azione giusta.
Il tuo desiderio di cambiamento ti porta un messaggio che ti invita a “operare un cambiamento” rispetto all’azione giusta.
Perciò non è importante “quale lavoro fai”, è importante “come lo fai”, poiché la tua evoluzione si compie nell’Essere Chi Sei e non nel fare. Si traduce nel “fare” solo se sei coerente nell’Essere, se sei coerente con Chi Realmente Sei.
Cosa potresti fare? La risposta è … “Tutto ciò che desideri!”.
Quali talenti hai? … “Tutti quelli che credi di avere!”.
Poiché Sei il Tutto, e nel Tutto, tutto è materializzabile.
Se chiudi gli occhi e ti concentri al centro del tuo petto, e immagini come vorresti manifestare Chi Realmente Sei, con quale attività sai di poterlo fare?
La prima risposta che emerge qual’è?
Non avere paura dei tuoi sogni, anche se sembrano irrealizzabili. Immagina di poter realizzare tutto ciò che vuoi. Qual è l’attività che meglio manifesterebbe Chi Realmente Sei?

Ho tante idee … ma è difficile andare oltre la razionalità.
La paura del fallimento mi porta a non realizzare ciò che sento e ad accantonarlo, perché il dolore è più forte del desiderio.

Cosa ti fa pensare di non poterlo realizzare?

Non avere le capacità.

Come puoi non avere le capacità se sei Divino?
Tutto ciò che provi si manifesta al tuo esterno per mostrarti quali resistenze stai opponendo rispetto all’Essere Chi Realmente Sei.
Le paure di cui parli si manifestano davanti a te nelle resistenze che ti mostrano le persone che cercano di fermarti. Non sono le persone in quanto tali a farlo. Sono le tue paure che si materializzano con le loro parole. E, tuttavia, sono solo parole.

Nella mia vita non ho mai realizzato ciò che pensavo e desideravo di fare. Non sono mai stato abbastanza forte e deciso nel farlo. Mi sono sempre tirato indietro. Pazienza. Potevo fare come tutti, come i miei genitori, che non hanno mai osato andare oltre.
Ho paura di non avere i soldi, le risorse per potermi mantenere. Come andrà a finire se finisco senza soldi? Il mio razionale mi dice che sto facendo fesserie, che sono pazzo. Ma nello stesso tempo nell’altra parte sto troppo male per continuare in questo modo. Non ho scelta. Vorrei continuare così …

Lo vorresti davvero?

No!

Allora non dirlo, perché le parole creano.

C’è una parte di me che dice che finalmente posso fare ciò che desidero, ma non l’ho mai fatto. E’ più forte la parte che frena.
Non so da dove iniziare. Ho cose che mi piacerebbero, ma temo che sia la mia testa a dettarle.

Parti dal tuo sogno. Tu, come tutti, hai un sogno: un sogno che hai messo da parte, che non hai considerato perché ritenuto irraggiungibile, perché ti sei ritenuto non all’altezza. Ma il sogno c’è.

Quella parte di cui parli, che ti spinge verso la manifestazione di Chi Realmente Sei, uscendo dalle convenzioni, dalla routine, dall’assopimento della Gioia Interiore, quella parte Sono Io. Sei Tu nella tua Forma Più Pura.

La scelta che ti si pone di fronte non riguarda un lavoro o l’altro. Riguarda lo scegliere il “Ri-Svegliarsi” o il continuare a “dormire”, lo scegliere la Vita con la “V” maiuscola rispetto alla vita con la “v” minuscola. È il Tuo Cammino.

Le tue sfide ti sono dinanzi: la paura, l’insicurezza, lo smarrimento sono i tuoi freni. E ora la Vita ti invita a fare una scelta di percorso. Non c’è una scelta giusta e una sbagliata. C’è una scelta da compiere, e c’è da scegliere di restare coerente con quella scelta.

Il motivo per cui non hai realizzato ciò che avresti voluto risiede nel fatto che strada facendo cambi idea numerose volte, e il tuo Potere di Creare crea una situazione e poi subito quella contraria. E’ ciò che fai perché ascolti le paure e non la scelta profonda che viene dal Centro del Tuo Petto.

Dunque, nella tua scelta lascia fuori le valutazioni di tipo duale e muoviti in coerenza verso Ciò Che Realmente Senti dentro di Te. Tutto il resto si equilibrerà in maniera naturale quanto più rimarrai coerente con questo.

Tratto da una canalizzazione
alla Fonte effettuata il 22.01.2019

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notifiche sui nuovi contenuti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This